Simakan, niente Milan: in estate giocherà in Bundesliga

L'RB Lipsia si prepara ad accogliere SimakanL'RB Lipsia si prepara ad accogliere Simakan

MILANO – Per diversi mesi Mohamed Simakan, giovane difensore centrale francese, è stato corteggiato dal Milan. Il suo trasferimento all’ombra del Duomo sembrava ormai ad un passo lo scorso ottobre: alla fine, però, l’affare è saltato per via del mancato accordo con lo Strasburgo. Paolo Maldini e Frederic Massara sono tornati alla carica ad inizio 2021, ma la trattativa si è arenata nuovamente, a causa dell’infortunio rimediato dal classe 2000 ad un ginocchio, che ha spinto la dirigenza rossonera a virare su Fikayo Tomori, acquistato a fine gennaio in prestito con opzione di riscatto. Innesto che, sinora, non ha affatto deluso le aspettative. L’inglese si è subito integrato benissimo nella realtà rossonera e sta sfornando ottime prestazioni. Non a caso, il Milan sta già pensando di riscattarlo al termine di questa stagione.

Mohamed Simakan, difensore francese classe 2000, ha firmato con il Lipsia
Mohamed Simakan, difensore francese classe 2000, ha firmato con il Lipsia

Simakan, dal canto suo, lascerà comunque lo Strasburgo in estate, per iniziare una nuova avventura nel Lipsia, con cui ha firmato un contratto di cinque anni e nel quale giocherà a partire dalla prossima stagione. Attraverso i canali ufficiali della società tedesca, lo stesso Simakan ha parlato di questa sua decisione: “Sono convinto che questa sia la migliore scelta per il prosieguo della mia carriera. Sono davvero molto felice. Nel Lipsia avrò modo di crescere nel migliore dei modi, giocando in un grandissimo campionato. Non vedo l’ora di giocare in Bundesliga, conoscere la città, i miei nuovi compagni di squadra e, ovviamente, i tifosi. Ho parlato con diversi calciatori del Lipsia mentre stavo ancora decidendo cosa fare per il mio futuro. Tutti mi hanno riferito cose estremamente positive sul club, sull’ambiente e sulle ambizioni. Spero di integrarmi il più rapidamente possibile. Voglio dare il mio contributo e fare la mia parte, per aiutare la mia nuova squadra a raggiungere grandi obiettivi”.

Simone De Bari

<!–

–> <!–

–>

Precedente Ibra, il gioco di Pioli, Tomori: i 10 motivi per cui il Milan può credere nello scudetto Successivo Dopo Dzeko, casting attaccanti: da Vlahovic a Jovic. I nomi sul taccuino di Pinto

Lascia un commento