C’è la revoca del pubblico interesse su Tor di Valle. Riparte l’iter per lo stadio della Roma

Dopo la delibera dell’Assemblea Capitolina: dopo 9 anni il club può iniziare a pensare ad un nuovo progetto

La Roma può iniziare ora a pensare, davvero, ad un nuovo progetto per lo stadio visto che l’Assemblea Capitolina ha deliberato la revoca del pubblico interesse su di Tor di Valle. Finisce così, dopo 9 anni, stavolta sul serio, la storia del progetto voluto dall’ex presidente Pallotta e ora può iniziare l’iter voluto dai Friedkin. Non sarà una cosa semplice né breve, i proprietari della Roma lo hanno messo in conto, ma adesso la trafila può partire.

IL VOTO

—  

In Campidoglio servivano 16 voti favorevoli, ne sono arrivati 17. Diciannove i consiglieri presenti più la sindaca Raggi (29 gli assenti). Decisivi i voti del Partito Democratico (Bugarini e Pelonzi) e di Stefano Fassina (Sinistra per Roma). Questo il commento della sindaca Raggi: “Oggi l’ok dell’Assemblea capitolina a revoca Tor di Valle. Ora possibile nuovo progetto stadio della Roma. Si apre nuovo capitolo per rilancio città”. Con la speranza, dei tifosi e dei cittadini, che non passino altri 10 anni prima che il nuovo impianto veda la luce.

Precedente Olimpiadi, Spagna-Argentina è un big match: 25 anni fa l’unico precedente Successivo Da Vina a Nandez, l'Uruguay è sempre nel nostro destino

Lascia un commento