Mancini mette Scamacca al centro dell’Italia: tridente con Raspadori e Pellegrini

Le ultime di formazione a poche ore dalla sfida di Nations League contro l’Inghilterra. In mezzo Locatelli regista tra Frattesi e Tonali, in difesa ballottaggio Gatti-Luiz Felipe

dal nostro inviato Andrea Elefante

11 giugno – Wolverhampton (Gb)

Ancora un dubbio per Mancini dopo la rifinitura dell’Italia in vista della gara di stasera contro l’Inghilterra, che si giocherà a porte chiuse (presenti sugli spalti, in base alle indicazioni fornite dalla Uefa, solo circa 2000 ragazzi under 14 di club affiliati alla federazione inglese, con relativi accompagnatori) al Molineux Stadium di Wolverhampton: Gatti o Luiz Felipe al centro della difesa.

Tridente

—  

In base alle ultime prove si profila un attacco Pessina-Scamacca-Pellegrini: il centrocampista dell’Atalanta sarebbe adattato nel ruolo – che comunque ha già ricoperto con Gasperini – ma al suo posto il c.t. potrebbe scegliere in extremis di riproporre Raspadori, che però ha giocato quasi 90’ martedì a Cesena contro l’Ungheria. A centrocampo Locatelli nel ruolo di play (per dare respiro a Cristante, che ha già giocato due gare consecutive), con Frattesi e Tonali come mezzali. In difesa Mancini si riserva ancora una riflessione: Di Lorenzo dovrebbe essere preferito a Florenzi sulla destra, con Dimarco sull’altra fascia (riposa Spinazzola); in coppia con Acerbi, ci sarà dunque uno fra Gatti e Luiz Felipe, ma il ragazzo che ha impressionato nel Frosinone e si appresta ad approdare alla Juventus sembra favorito. Per entrambi comunque si tratterebbe del debutto in Nazionale.

Precedente Cda Milan, si dimette un consigliere. Che porta Elliott in tribunale Successivo Juve, la rabbia dei tifosi per il caro abbonamenti, tra mercato e prezzi: le ragioni

Lascia un commento