Lazio, Vecino torna a Roma con una carica in più

ROMA – Con una partita ancora da giocare, è un Vecino già carico di emozioni e soddisfazioni quello che si presenterà a Formello da Tudor una volta conclusa questa sosta per le nazionali. Il centrocampista della Lazio è stato un grande protagonista della prima delle due gare dell’Uruguay, l’amichevole disputata al San Mamés di Bilbao contro la selezione dei Paesi Baschi. Una partita chiusa in parità (1-1) proprio grazie alla rete del giocatore biancoceleste.  

Soddisfazione Vecino

Un classico inserimento dei suoi, ad appena 13 secondi dall’inizio della ripresa: su cross dalla fascia destra, lui si è fatto trovare in mezzo all’area di rigore, ha stoppato di petto e con il destro al volo ha messo il pallone alle spalle del portiere, rispondendo così al vantaggio di Djalo dei padroni di casa arrivato nel finale di primo tempo. Una zampata delle sue, che ha permesso alla Celeste di uscire imbattuta da questo test (che nella ripresa ha vissuto la curiosa rabbia di Marcelo Bielsa per via delle 9 sostituzioni degli avversari, mentre lui riteneva che potessero essere effettuate solamente 5) e al giocatore di celebrare nel migliore dei modi la sua prima volta da capitano dell’Uruguay. Un premio che gli ha regalato il commissario tecnico, vista l’assenza per infortunio di José María Gimenez e la decisione del “Loco” di non schierare Federico Valverde: Matias era così il giocatore in campo con più presenze (è arrivato a 70 gettoni complessivi e 6 reti realizzate) e ha onorato la fascia segnando un bel gol, prima di lasciare il terreno di gioco un quarto d’ora più tardi: “Forza Uruguay! Grazie a tutti gli uruguaiani che sono venuti a incoraggiarci stasera!”, ha scritto dopo la gara il centrocampista sul suo profilo ufficiale Instagram per celebrare il momento speciale. E anche la stessa Lazio ha voluto omaggiare il suo giocatore sui social network, pubblicando il messaggio “Vamos Mati” sul proprio account.

Vecino rientra da Tudor

Il migliore dei modi per vivere questa prima volta da capitano, insomma. Adesso Vecino potrà concentrarsi sulla prossima gara in programma (che probabilmente non dovrebbe giocare dall’inizio), quella di domani contro la Costa D’Avorio (ore 20.30 italiane) a Lens. Fortunatamente per la Lazio, il suo viaggio per rientrare sarà così decisamente breve. Subito dopo il match, infatti, inizierà ufficialmente la nuova avventura a Roma, alla guida di Igor Tudor. L’uruguaiano proverà a convincerlo a puntare su di lui con la sua esperienza in campo internazionale, le sue qualità teoricamente perfette per il gioco richiesto dal tecnico croato e con una carica supplementare di emozioni e soddisfazioni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Matrimonio Dybala e Oriana, chi preparerà la torta e cosa farà Paredes Successivo Materazzi: "Rigore di Sanchez? Non lo critico. Poi con la Juve..."

Lascia un commento