Ecco Wijnaldum: duttilità, classe e voglia di riscatto, ma occhio ai bonus

L’ultimo colpo della Roma reduce da una stagione opaca, ha numeri per tornare protagonista. Però i suoi bonus sono diminuiti nel tempo e il ruolo non lo aiuta

Arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Psg, l’olandese è un centrocampista completo che può ricoprire più ruoli e che si candida ad essere una pedina importante della Roma di Mourinho.

Il profilo

—  

Georginio Wijnaldum nasce come mezz’ala di inserimento dalle spiccate doti offensive, diventando nel tempo un “tuttocampista” in grado di giocare anche da mediano o sulla trequarti. Qualità, sostanza e dinamismo sono le sue principali caratteristiche e nel 3-4-1-2 (oppure 3-4-2-1) di Mourinho affiancherà Matic (o Cristante) nel duo mediano, consentendo a Pellegrini di avanzare. In caso di necessità però, potrà agire anche sulla trequarti. Nel ‘listone Gazzetta’ è ovviamente un centrocampista e la sua quotazione pari a 35 crediti lo rende un acquisto interessante.

I numeri

—  

Nell’ultima stagione in Ligue 1 ha realizzato 1 gol e 3 assist in 31 presenze, mentre 2 sono i gol (in 5 presenze) in Champions League. Numeri diversi dal passato in Premier e in Eredivisie in cui ha raggiunto anche la doppia cifra.

Perché prenderlo

—  

La sua qualità è indubbia e dopo un’ultima stagione non facile potrà rilanciarsi in questa Roma. Titolarità, duttilità e rendimento sono i principali motivi per cui averlo in rosa.

Perché non prenderlo

—  

La quantità di bonus è diminuita nel tempo e il ruolo da mediano potrebbe non favorirlo in quest’ottica. L’effetto sorpresa, però, è dietro l’angolo.

Precedente Fiorentina, senza gol si fa dura: nel dopo Vlahovic la media reti è stata di 1,1 a partita Successivo Gaetano, due turni di stop: tutta colpa di un messaggio su whatsapp

Lascia un commento