Colpi di Ajax e Villarreal, pari tra Benfica e Arsenal. Rangers, che rimonta

Manchester United e Tottenham a valanga su Real Sociedad e Wolfsberger, il Leicester non va oltre il pari. Sorpresa Young Boys, ok l’Olympiacos

18 febbraio – Milano

Dopo la Champions, torna in campo anche l’Europa League per l’andata dei sedicesimi di finale. Oltre a Milan, Roma e Napoli, di scena anche le altre big europee: lo United strapazza la Real Sociedad all’Allianz Stadium, il Leicester non va oltre lo 0-0 a Praga con lo Slavia, il Tottenham di Mourinho passeggia sul Wolfsberger. In serata l’Ajax passa sul campo del Lille. Pari invece fra Benfica e Arsenal sul neutro dell’Olimpico di Roma.

Dinamo Kiev-Brugge 1-1

—  

Il Brugge, terzo nel girone di Champions con la Lazio, strappa un pareggio importante in Ucraina. I padroni di casa, reduci dal big match di campionato vinto contro lo Shakhtar e primi in patria, si portano in vantaggio al 62′ con Buyalskiy, bravo a raccogliere l’assist di Mykolenko. Al 67′ il pareggio immediato con il colpo di testa di Mechele.

Krasnodar-Dinamo Zagabria 2-3

—  

I russi, retrocessi dalla Champions (una sola vittoria nel gruppo con Chelsea e Siviglia) si trovano costretti a rimontare per due volte, ma alla fine si inchinano ai croati. Vantaggio al 15′ di Petkovic, letale di testa a due passi da Gorodov. Al 28′ il sinistro di Berg si insacca sotto la traversa e fa 1-1, ma lo stesso Petkovic al 54′ fa doppietta. Al 69′ Claesson riagguanta il pari, però al 75′ Atiemwen riceve palla dopo una bellissima combinazione al limite e batte sul suo palo il colpevole Gorodov.

Stella Rossa-Milan 2-2

—  

Clicca qui per il servizio completo

Olympiacos-Psv 4-2

—  

Spettacolo al Pireo, dove nel primo tempo è pioggia di gol: al 9′ greci in vantaggio con il colpo di testa di Bouchalakis, 5′ dopo ecco il destro vincente da fuori area di Zahavi. Al 37′ M’Vila riporta avanti i padroni di casa con un’altra conclusione dalla distanza, ma al 40′ arriva la doppietta di testa, su corner, di Zahavi. In pieno recupero il gol di El Arabi, con Masouras che all’83’ fa 4-2.

Real Sociedad-Manchester United 0-4

—  

I Red Devils, che in Premier hanno vinto solo una volta nelle ultime sei giornate, tornano a esultare in Europa League, dove sono retrocessi a causa del terzo posto nel girone di Champions con Psg e Lipsia. Allo Stadium il grande protagonista è Bruno Fernandes, che al 27′ approfitta del disastro difensivo degli spagnoli per poi colpire a porta vuota. Al 58′ arriva la doppietta del portoghese, che può esultare dopo la convalida del Var. Al 64′ il tris di Rashford che, su assist di Fred, mira l’angolino destro senza lasciare scampo a Remiro. Il poker lo serve James al 90′.

Slavia Praga-Leicester 0-0

—  

Non sfondano le Foxes, che nel primo tempo sfiorano il vantaggio con una grande giocata di Barnes, murato miracolosamente da Kolar. Gli inglesi, che reclamano anche un rigore per un fallo proprio su Kolar, rischiano sul colpo di testa di Bath, bravo a saltare più in alto di tutti ma impreciso nel trovare la porta.

Braga-Roma 0-2

—  

Leggi qui il servizio completo

Wolfsberger-Tottenham 1-4

—  

Tutto facile per gli Spurs, avanti di tre gol dopo appena 34′. Gli inglesi si portano in vantaggio al 13′ con Son, che finalizza di testa l’assist di Bale. Proprio del gallese la rete del raddoppio, devastante con un sinistro che si infila sotto la traversa. Il tris lo cala Lucas Moura, che sulla sinistra si sbarazza troppo facilmente di tre avversari prima di battere il portiere. Nella ripresa, al 55′, Liendl accorcia le distanze su rigore, ma all’88’ Vinicius cala il poker.

Young Boys-Bayer Leverkusen 4-3

—  

Gli svizzeri, nel girone con la Roma, si impongono sul Bayer, quinto in Bundesliga. Al 3′ si mette già male per la squadra di Bosz, sotto per il destro da dentro l’area di Fassnacht. Al 19′ il raddoppio di Siebatcheu, che di testa non sbaglia. Al 44′ Elia si lancia da solo verso la porta di Lomb, nessuno lo prende e cala il tris. Ma nella ripresa cambia tutto, con la bella doppietta di Schick e il gol di Diaby che guidano la rimonta dal 49′ al 68′. Alla fine però decide la rete – la seconda – di Siebatcheu, che approfitta dell’errore di Lomb, goffo nel deviare sul palo un tiro dalla distanza.

Granada-Napoli 2-0

—  

Leggi qui il servizio completo

Lille-Ajax 1-2

—  

Primo tempo che termina con il 70% di possesso palla per gli olandesi ma con zero occasioni da gol da entrambe le parti. Al 29′ Antony viene fermato dalla tempestiva uscita di Maignan e al 43′, sul versante opposto, Fonte manca il pallone da posizione interessante su invito di Botman. Succede tutto nella ripresa, con Weah che al 72′ porta in vantaggio i francesi. All’87’ il pareggio ospite con il rigore di Tadic e subito dopo, al 90′, il gol vittoria di Brobbey.

Maccabi Tel Aviv-Shakhtar 0-2

—  

Gli ucraini, che hanno sfilato l’Europa League all’Inter ma che erano reduci dalla pesante sconfitta in campionato nel big match contro la Dinamo Kiev, si sono riscattati a Tel Aviv. Al 31′ il gol decisivo di Alan Patrick, freddo nel battere dal centro area Tenenbaum. Al 92′ chiude i conti Tetê.

Molde-Hoffenheim 3-3

—  

L’Hoffenheim spreca un’occasione d’oro, facendosi rimontare nella ripresa. Devastante Dabbur, che all’8′ e al 28′ batte di testa Linde. Al 41′ il sinistro di Ellingsen riapre tutto, ma nel recupero del primo tempo Baumgartner, su assist del solito Dabbur, segna ristabilisce le distanze. Tuttavia sul 3-1 i tedeschi calano e vengono punti da Andersen e Fofana fra il 70 e il 74′. Nel mezzo, al 63′, rigore sbagliato da Dabbur.

Salisburgo-Villarreal 0-2

—  

Gli austriaci, che nella fase a eliminazione diretta non perdevano da sette partite, si inchinano al Villarreal, che vince grazie al colpo di testa del solito Paco Alcacer al 41′ e a quello di Fernando Nino al 71′.

Royal Antwerp-Rangers 3-4

—  

La squadra belga torna a giocare una sfida europea da dentro o fuori dopo 26 anni, subendo la beffa nel finale. Pazzo primo tempo, al termine del quale l’arbitro concede ben 8′ di recupero. Al 38′ ospiti in vantaggio con il sinistro da fuori area di Aribo. Al 45′ Avenatti pareggia di testa e al 48′ Refaelov – atterrato da Davis – realizza il rigore del vantaggio. Al 59′ dagli 11 metri ci va invece Barisic, che ristabilisce la parità. Al 66′ gran destro da fuori area di Hongla, che riporta sopra il Royal Antwerp. Beffa finale però all’83’, con il pareggio di Kent e con un altro rigore di Barisic al 90′.

Benfica-Arsenal 1-1

—  

Sul neutro dell’Olimpico di Roma al 20′ occasione colossale per Aubameyang, che a pochi passi spara fuori a porta vuota. A fine primo tempo David Luiz perde un brutto pallone regalandolo a Grimaldo, chiuso in calcio d’angolo da Ceballos che rischia di farsi autogol. nella ripresa Saka entra in area ma calcia malissimo davanti alla porta difesa da Leite. Sul capovolgimento di fronte corner per il Benfica, che si guadagna un rigore per il braccio largo di Smith Rowe. Pizzi al 55′ dal dischetto non sbaglia, ma il vantaggio dura pochissimo: al 57′ Saka fa 1-1 con un sinistro da posizione ravvicinata.

Precedente Stella Rossa-Milan 2-2: Pavkov beffa i rossoneri nel recupero Successivo Presentazione AlphaTauri Formula 1 2021/ Streaming video diretta tv: Gasly-Tsunoda

Lascia un commento