Clamoroso in Portogallo: i giocatori spingono l’ambulanza a mano

I giocatori di Porto e Braga (prossima avversaria della Roma in Europa League) sono stati costretti a spingere un’ambulanza fuori dal campo. È successo nel corso della semifinale di andata di Coppa di Portogallo. L’ambulanza era intervenuta per soccorrere il difensore del Braga David Carmo, che aveva subito un duro colpo alla caviglia, ma poi non è riuscita a ripartire. L’episodio ha portato ad un recupero di 12 minuti nel corso del quale il Porto ha subìto la seconda espulsione della gara e ha anche il gol del pareggio.

Cosa è successo

Sul risultato di 1-0 per il Porto, il 21enne Carmo si è lanciato sulla palla per impedire a Luis Diaz di raddoppiare. Ma quello che all’inizio sembrava un contatto innocuo si è rivelato invece molto più grave, con i giocatori di entrambe le squadre che hanno rapidamente chiesto aiuto. Dopo aver consultato il VAR, l’arbitro, al 70′, ha espulso Diaz per l’intervento su Carmo. L’ambulanza è arrivata sul campo in ritardo e poi, al momento di ripartire qualcosa non ha funzionato. I giocatori hanno quindi spinto il veicolo a mano, lasciando tracce di pneumatici sul campo. Dopo questo episodio il Porto, in dieci uomini ha resistito fino ai 12 minuti di recupero. Poi al 97′. Uribe ha lasciato i suoi in nove e al 102′ è arrivato il pareggio di Fransergio per il risultato finale di 1-1. Il passaggio del turno si deciderà dunque al ritorno, in programma il 3 marzo. Sperando in una partita più tranquilla…
 

Precedente Cagliari, Asamoah e Rugani in coro: "Felici di essere qui" Successivo Benevento, Inzaghi: "Qui grazie all'esperienza di Bologna. Su Gaich..."

Lascia un commento