Vidal, il Cile rassicura l’Inter: nessun infortunio. Per Dzeko ancora 24 ore di attesa

Il centrocampista cileno sostituito contro il Paraguay dopo una botta al piede: scongiurate complicazioni. Per quanto riguarda il centravanti, bisognerà attendere l’ultimo provino di domattina, a poche ore dalla sfida tra Bosnia e Finlandia

Allarme rientrato in casa nerazzurra, almeno quello scattato nella notte ad Asuncion all’84’ della sfida tra Paraguay e Cile. Il problema al piede che ha costretto Arturo Vidal a lasciare il campo con qualche minuto di anticipo rispetto al fischio finale sarebbe già acqua passata. Nessun infortunio dunque, come invece si temeva in un primo momento dopo aver osservato le immagini del centrocampista costretto a chiedere il cambio. Lo staff medico dell’Inter – secondo quanto assicura ADN Deportes – avrebbe ricevuto le opportune rassicurazioni direttamente dai colleghi della nazionale cilena, assicurando che il centrocampista avrebbe lamentato “solo una leggera contusione”. Per avere aggiornamenti riguardo le condizioni di Dzeko, invece, bisognerà attendere domattina: la rifinitura odierna nel ritiro della Bosnia non ha sciolto i dubbi circa il risentimento muscolare accusato nel derby.

Decisione rimandata

—  

Il ct Petev aveva ribadito ieri l’intenzione di puntare sul nerazzurro, pur rimandando ogni decisione dopo la rifinitura di oggi. Ma le ultime 24 ore non hanno evidentemente cambiato il panorama: Dzeko ha svolto anche questo pomeriggio lavoro differenziato, senza entrare in contatto con il pallone. Prima e dopo l’allenamento si è intrattenuto con il c.t. per un breve confronto, decidendo di comune accordo di rimandare ogni decisione a domattina. Se l’attaccante se la sentirà, scenderà in campo nella cruciale sfida di qualificazione mondiale contro i finlandesi (calcio d’inizio alle 15), si vedrà se dall’inizio o eventualmente a partita in corso. La decisione verrà presa dopo un breve provino in mattinata e l’ultima parola spetterà all’attaccante.

Precedente Top player? Il Milan ce l'ha già: Leao, crescita mostruosa tra strappi e... pause Successivo L'Egitto di Salah va al terzo turno, l'Algeria di Bennacer sale in testa

Lascia un commento