Venezia, Zanetti: “Milan? Dobbiamo dare il 100%”

VENEZIA – “Mi dispiace non poter contare su dei giocatori importanti che avrebbero dovuto scontare il loro turno di squalifica contro la Salernitana. Dobbiamo essere bravi nel lasciarci alle spalle quanto accaduto, perché davanti abbiamo un match contro una squadra con un profilo di altissimo livello, e che pertanto richiede la massima concentrazione a livello mentale: per tal ragione dobbiamo quindi cercare di non lasciarci influenzare dalle vicende al di fuori del campo di gioco”. Lo ha dichiarato il tecnico del Venezia, Paolo Zanetti, in vista della gara contro il Milan: “Questa partita l’abbiamo dovuta preparare in due giorni, un arco temporale in cui comunque abbiamo cercato di studiare l’avversario nel dettaglio. Loro sono molto bravi nel riuscire a mettere i giocatori fra le linee, un team fra i più forti del campionato che davanti possono contare su di un giocatore come Ibrahimovic che non ha bisogno di presentazioni, un attaccante capace di trasformare in oro ogni pallone. I valori in campo sono molto diversi – prosegue Zanetti ma se li affronteremo al 100% abbiamo visto in altre occasioni come siamo in grado di mettere in difficoltà anche grandi squadre come lo è il Milan.

Salernitana out per Covid: il Venezia si allena in un Arechi deserto

Guarda la gallery

Salernitana out per Covid: il Venezia si allena in un Arechi deserto

Ringrazio Pioli

“Ringrazio Pioli per le sue parole – prosegue Zanetti perché quando un allenatore del suo livello si prodiga in esternazioni come quelle che ha fatto riguardo al nostro gioco, la cosa fa molto piacere. Che la squadra esprima le idee che cerco di trasmetterle per me è molto importante, se poi attraverso questo si raggiungono anche dei risultati, ciò porta al coronamento di un percorso. Il nostro obiettivo, – contiuna il tecnico del Veneziaoltre a quello primario di portare a casa dei punti, è ristabilire i nostri numeri difensivi ed implementare quelli offensivi. Rispetto all’andata siamo una squadra diversa: a San Siro avevamo fatto una partita prettamente difensiva, un tipo di gara che ora non è più nelle nostre corde, nel senso che abbiamo acquisito e costruito una migliore qualità di gioco. Il mio intento è quello di poter arrivare ad una maggiore solidità difensiva, mantenendo però la nostra identità per ciò che concerne la prestazione”, ha concluso Zanetti.

Precedente Liga, Oyarzabal trascina la Real Sociedad: 1-0 al Celta Vigo Successivo Roma-Juve, i convocati di Allegri: riecco Chiellini, fuori Alex Sandro

Lascia un commento