US Open, per Djokovic c’è Brooksby: prima sfida a un top-10 per l’americano

Ottavi di finale: dopo la vittoria contro Nishikori, il numero 1 al mondo affronta il 20enne statunitense. Nessun precedente fra i due

Prosegue la corsa di Novak Djokovic verso il sogno Grande Slam. Nella testa del serbo, il countdown è ora arrivato a -4: tante sono le partite che separano il numero 1 al mondo da un traguardo storico e difficile da immaginare. Ovvero, la vittoria di tutti e quattro i Major della stagione. Novak aprirà la sessione serale sull’Arthur Ashe (non prima dell’una di notte italiana) affrontando uno dei giocatori più sorprendenti delle ultime settimane: lo statunitense classe 2000 Jenson Brooksby, arrivato agli US Open da numero 99 al mondo e ora già 80°. Chi avrà la meglio se la vedrà ai quarti di finale contro uno tra Matteo Berrettini e Oscar Otte.

I RISULTATI

—  

Novak Djokovic ha perso due set fino a questo momento nel torneo. Il primo nel match d’esordio contro il baby Holger Rune, classe 2003; il secondo al terzo turno, nel match tutt’altro che agevole contro Kei Nishikori. In mezzo, il serbo ha avuto facilmente la meglio su Tallon Griekspoor. Il problema principale fino a questo momento per il numero 1 al mondo sembra essere il rapporto con il pubblico: c’è da immaginare che anche contro Brooksby, padrone di casa, Djokovic debba remare contro gli umori dei tifosi. L’americano ha dovuto sudare per raggiungere gli ottavi di finale: prima la vittoria in quattro set contro Ymer, poi le battaglie al quinto contro il connazionale Fritz e Karatsev, in due match vinti dopo essere stato sotto due set a uno. Grandi dimostrazioni di forza da parte di un giocatore reduce dalla semifinale persa a Washington contro Sinner, poi vincitore del torneo 500.

PRIMA VOLTA

—  

Insomma, il cemento americano sta dando una grande spinta al 20enne (compirà 21 anni il prossimo 26 ottobre). Quella contro Djokovic, mai affrontato in carriera, sarà la prima partita per Brooksby contro un giocatore nella top-10, mentre contro top-20 il bilancio è di una sconfitta (contro Basilashvili agli US Open 2019) e una vittoria (contro Auger-Aliassime a Washington, quest’anno). In stagione il bilancio sul cemento è di 10 vittorie e 3 sconfitte a livello ATP: basterà per provare a impensierire Djokovic?

Precedente Lazio, Liverpool, Juve. Pioli prepara la settimana di fuoco: turnover in tutti i reparti Successivo Dal Brasile: "Pelé è ricoverato in ospedale da una settimana"

Lascia un commento