Un abbraccio da triplete: “Ora siete nella storia”

Da Julio Cesar, a Stankovic, Milito, Pandev e tanti altri: il saluto dei protagonisti 2010 ai tricolori 2021

3 maggio – Milano

Da campioni a campioni. Dal 2010 al 2021: undici anni di lunga attesa, ma le stesse splendide sensazioni. In fondo cambiano “solo” i giocatori, non il risultato. Attraverso la Gazzetta dello Sport, i protagonisti del Triplete di Mourinho hanno deciso così di mandare un abbraccio e un messaggio di complimenti ai giocatori di oggi.

Il filo rosso tra le due Inter è ovviamente Javier Zanetti: capitano allora, vicepresidente oggi.

(Testi raccolti da testi raccolti da Conticello, D’Angelo, Elefante, Grandesso, Grimaldi, Stoppini)

Julio Cesar

“Meritato dal primo all’ultimo giorno”

Dopo 11 anni, di nuovo al posto giusto: il primo. Il posto dell’Inter, quello che ha meritato per tutta la stagione: dal primo giorno all’ultimo.

Samuel

“Uno scudetto vinto da squadra”

Uno scudetto vinto più che mai da squadra: chiunque sia stato chiamato in causa ha dato il suo contributo. E ora i tifosi meritano di festeggiare!

Cambiasso

“Avete reso felici tutti noi nerazzurri”

Grazie ragazzi per aver riportato questo importantissimo titolo a Milano! Complimenti, avete reso felici e orgogliosi tutti noi tifosi nerazzurri!

Thiago Motta

“I tifosi si meritano questa gioia”

Mi congratulo con tutto il mondo Inter, staff, giocatori e il club. Sono contentissimo per i tifosi che si meritano questa gioia.

Stankovic

“Io in Serbia, voi in Italia, segno del destino”

Io con la Stella Rossa e voi: vincere un titolo insieme è un segno del destino. Ognuno ha fatto la sua strada ma con
lo stesso coraggio, da interisti.

Sneijder

“Un abbraccio alla famiglia nerazzurra”

Un saluto a tutta la famiglia nerazzurra e complimenti di cuore per questa grande vittoria. Un abbraccio forte e… sempre forza Inter!

Pandev

“Brava Inter, era ora”

Brava Inter, era ora. Una vittoria meritata, che dà gioia ai tifosi. Mi spiace che il mio Genoa non li abbia fermati, ma con i campioni d’Italia è dura…

Milito

“Contento per capitan Zanetti”

Sono felice, titolo importante e meritato. Contentissimo per il mio Capitano Zanetti. E ai tifosi dico: spero di abbracciare presto tutti a Milano.

Materazzi

“Vale 4-5 volte gli scudetti degli altri…”

Me lo godo perché ho detto dal primo giorno che era un ”obbligo” vincerlo. E perché ogni scudetto dell’Inter ne vale 4 o 5 di quelli degli altri…

Chivu

“Concreti, solidi e capaci di cambiare”

Era ora! Concretezza, solidità (non solo difensiva), capacità di cambiare per sfruttare le qualità: lo scudetto è stato tutto questo.

Maicon

“Non mi hanno fatto entrare alla Pinetina!”

Volevo salutare alla Pinetina, ma non mi hanno fatto entrare: sarà per la prossima. È una storia nuova, ma l’emozione è sempre forte! Bravi tutti.

Lucio

“Nel posto dove merita di stare”

Vi ho seguito da lontano, ma è come se fossi lì. Un titolo meritato, costruito con una grande difesa. Che gioia vedere l’Inter nel posto in cui merita di stare!

Zanetti

“Un onore essere al vostro fianco”

Grazie al mister Antonio Conte, allo staff che collabora con lui, grazie a tutti i giocatori per questa vittoria frutto di un lavoro straordinario e di un gruppo unito. Ogni sfida e ogni difficoltà sono state affrontate insieme, sempre con
coraggio e resilienza. L’Inter ha una grande storia e voi ne avete scritto una pagina importantissima: lo scudetto dopo anni passa meritatamente dalla squadra di cui sono stato orgoglioso Capitano a questa di cui sono altrettanto orgoglioso Vicepresidente. Grazie a voi l’Inter è tornata al trionfo, è tornata nel posto che merita, siamo i Campioni d’Italia! È un onore essere al vostro fianco in questa splendida avventura. Grazie e ancora complimenti a tutti!

Precedente Palacio, fenomenologia di un fenomeno: è il triplettista più vecchio della A Successivo Bologna, Vignato assist-man: "Merito di Palacio"

Lascia un commento