Torna a casa Ndour: la Juve ci prova, per farne il nuovo Pogba

Il gioiello azzurro classe 2004 ha il contratto in scadenza a giugno con il Benfica, dove gioca dal 2020: ora è pronto al salto tra i grandi, ecco come alla Continassa preparano l’offensiva

Cher Ndour è uno dei talenti italiani che ha scelto di crescere all’estero per inseguire il sogno di diventare un calciatore professionista. Il Benfica ha bussato presto alla porta di casa sua: e lui, supportato da mamma Silvia e papà Mamadou, ha accettato di trasferirsi in Portogallo nell’idea di bruciare le tappe e avere maggiori possibilità di spiccare il volo un giorno nel calcio che conta. Ad oggi ha avuto ragione lui, anche se un ritorno in patria non gli dispiacerebbe e il contratto prossimo alla scadenza (nel giugno 2023) potrebbe riaccreditare qualche club che da tempo si è palesato sulle sue tracce. Uno su tutti la Juventus, dove da qualche mese è rientrato l’idolo della giovane mezzala: Paul Pogba.

Precedente Non solo big: da Gagliardini a Moutinho, tutte le manovre di chi lotta per la salvezza Successivo La Lazio pensa al post-Milinkovic: piace Sucic, ma c'è l'incognita Mondiale

Lascia un commento