Segna Lewandowski da 80 metri! Ma è il portiere del Messina in Serie C

L’estremo difensore giallorosso ha trovato la rete contro il Monterosi Tuscia grazie a una punizione battuta poco fuori dalla sua area. E lo strano caso di omonimia con il bomber del Barcellona fa impazzire il web

Ha segnato Lewandowski. Non una novità, certo. In fondo, ne ha segnati più di 500 in carriera. Poi vai a vedere la carta d’identità e non si chiama Robert, non ha 34 anni, non ha mai vinto la Champions League e nemmeno un campionato tedesco. Ma soprattutto non fa l’attaccante e non gioca al Barcellona. E quindi? Si potrebbe pensare a un errore ma oggi davvero ha fatto gol un Lewandowski, che però gioca nel Messina in Serie C ed è un portiere. E lo ha fatto da 80 metri di distanza.

GOLLONZO

—  

Non capita tutti i giorni di vedere segnare un Lewandowski al Franco Scoglio di Messina. Il portiere vittima (per nulla incolpevole) della prodezza è quello del Monterosi Tuscia, squadra della provincia di Viterbo scesa in trasferta in Sicilia. Al 33esimo battendo un calcio di punizione poco fuori dalla sua area di rigore, Michal Lewandowski – polacco, come il bomber più conosciuto ma senza legami di parentela – spara un pallone verso la metà campo del Monterosi. Il collega laziale Alia lascia rimbalzare e viene superato dalla traiettoria. Palla in rete, raddoppio per il Messina e ultrà in visibilio per un gesto tecnico di cui in città (e non solo) si parlerà per giorni.

STORIA

—  

Così una partita già storica, con il fischio d’inizio alle 12 contro il caro-bollette, si è trasformata in memorabile. Dopo la prodezza dell’estremo difensore giallorosso, il Monterosi ha portato il risultato sul 2-1, ha subito la terza rete dei siciliani poco più tardi e poi ha di nuovo accorciato sul Messina prima dell’intervallo. 3-2 nei primi 45 minuti e un gol del portiere. Partita più pazza di così è difficile trovarla. Sicuramente Lewandowski se la ricorderà a lungo. “Posso dire di aver sbagliato un rinvio. Volevo rilanciare sulla parte destra del campo, ma il vento, probabilmente, mi ha dato una mano”, ha precisato il portiere giallorosso. E un pensiero è andato anche al suo maldestro collega: “Mi dispiace molto perché sono situazioni sfortunate e spiacevoli che possono capitare a chiunque. E anche io ho fatto tantissimi errori”.

Portieri bomber

—  

La rete del “Lewandowski dello Stretto”, come è stato subito ribattezzato, sta facendo il giro del web. D’altronde sono gol che capita raramente di vedere. L’ultimo a riuscirci, peraltro con una dinamica quasi identica, fu il portiere del Modena Riccardo Gagno contro l’Imolese nell’aprile scorso. Il suo rinvio al 91esimo regalò il 2-1 agli emiliani e tre punti fondamentali per la promozione in B. Il Messina ci ha voluto scherzare chiamando in causa l’omonimo giocatore del Barcellona. “Ehi Lewy, guarda questo. Prova a fare lo stesso” è il tweet diretto all’attaccante polacco pubblicato dalla società con tanto di video. Qualcuno, invece, scrive che il portiere giallorosso è “l’unico Lewandowski a meritare il pallone d’oro”.

Precedente Inter, Marotta: "Inzaghi ci ha portati agli ottavi Champions e sta risalendo in A, siamo contenti" Successivo Sarri: "Vittoria per il nostro popolo, il cuore mi ha reso più felice della tattica"

Lascia un commento