Roma, Kumbulla vuole conquistare Mourinho

Nella Roma finora non ha trovato spazio. In quattro partite è entrato in campo per un minuto contro il Trabzonspor, poi solo panchina. In Nazionale Edy Reja gli ha affidato una maglia da titolare. Ieri è stato impiegato a sinistra nella difesa a tre contro l’Ungheria, assieme a Ismajili e Djimsiti, in una partita di qualificazione ai Mondiali. Kumbulla è rimasto in campo per tutti i 90 minuti. L’Albania ha vinto 1-0 e conserva qualche speranza di qualificazione, in un girone dove le favorite sono l’Inghilterra e la Polonia. Proprio contro i polacchi nella partita precedente era arrivata una sconfitta pesante per 4-1, che aveva esposto Kumbulla a qualche critica. Secondo i media locali il centrale della Roma era stato tra i peggiori in campo, perdendo nettamente il duello con Lewandowski. L’ex calciatore ed ex commissario tecnico Rudi Vata è stato molto duro: «Credo che Kumbulla sia stato il difensore peggiore in questa partita. È un talento con grandi potenzialità, ma con la Polonia è stato un giorno “no”. Forse l’arrivo di Mourinho alla Roma ha fatto sì che non fosse fisicamente e psicologicamente pronto come l’anno scorso. Questo accade quando si perde il posto di titolare: si smarrisce anche un po’ di fiducia in se stessi. In alcune situazioni è stato il principale responsabile nel non marcare l’avversario. Dobbiamo dire le cose come stanno, perché è l’unico modo perché i giocatori si assumano la responsabilità. E lo dico perché le aspettative sono alte». Ieri è andata meglio, Kumbulla sta accumulando minuti e si farà trovare pronto per la ripresa del campionato. Nella partita contro il Sassuolo, considerate le condizioni di Mancini e Viña, potrebbe esserci bisogno di lui.

MisterCalcioCup, iscrizioni aperte: schiera la tua formazione, vinci viaggi in Europa e buoni Amazon. Partecipa, è gratis!

Precedente Napoli, Mertens, Ghoulam e Demme vogliono esserci con il Cagliari Successivo I rinnovi silenziosi e quelli urlati: i casi di Brozovic e Kessie

Lascia un commento