Real Madrid scatenato: dopo Mbappé ecco Haaland. Quanto guadagneranno

Quarantadue giorni, poco più di un mese e il Real Madrid potrà finalmente annunciare Kylian Mbappé. Secondo regolamento potrebbe farlo già il 1° gennaio, ma sarebbe poco elegante, lontano dallo stile della Casa Blanca. Può farlo più in là, magari su richiesta dello stesso giocatore, che vorrà mantenere quanto più civile possibile la sua permanenza al Paris Saint-Germain fino al 30 giugno 2022. Spagnoli e francesi, se fino a un anno fa mantenevano un rapporto cordiale, amichevole e di non belligeranza, ora se le danno, verbalmente, di santa ragione. Leonardo da un lato, Florentino Perez dall’altro. «Siamo arrivati in un momento in cui offri 200 milioni per un giocatore e non te lo vendono – aveva detto mercoledì il numero uno del Madrid – Questa è la follia dei club gestiti dagli Stati». […] Mbappé accetterà dal Real Madrid un contratto da 25 milioni di euro netti a stagione, gli stessi più o meno che gli offriva il Psg per prolungare la sua permanenza a Parigi. […]

Haaland, il Real Madrid nel futuro

Un peso specifico diverso, però, può averlo quello che con molte probabilità sarà il centravanti del futuro del Real Madrid: Erling Haaland (21). I 200 milioni che Florentino Perez ha risparmiato a fine agosto, ricevendo il no del Psg per Mbappé, li potrà investire facilmente la prossima estate per assicurarsi l’attaccante norvegese del Borussia Dortmund. Basterà, si fa per dire, pagare i 75 milioni di clausola rescissoria ai tedeschi, che potrebbero diventare 90 nel caso in cui l’attaccante (attualmente infortunato) dovesse raggiungere dei bonus legati alle prestazioni. A questi soldi andranno aggiunti una trentina di milioni da destinare al suo agente Mino Raiola per la commissione. Un investimento da oltre 100 milioni, senza considerare lo stipendio di tutto rispetto che percepirà Haaland, probabilmente sui 15 a stagione, quasi il doppio di quanto prende attualmente dal Dortmund (8 netti). Con lui e Mbappé, almeno in attacco, il Real Madrid può stare tranquillo per un decennio.

Da Dybala e Insigne a Mbappè: una Top 11 stellare di svincolati nel 2022

Guarda la gallery

Da Dybala e Insigne a Mbappè: una Top 11 stellare di svincolati nel 2022

Precedente Lazio, idea nuovo sponsor tecnico: addio Macron Successivo Pronostico Formula 1/ Gp Qatar 2021, Larini: “Sarà spumeggiante” (esclusiva)

Lascia un commento