Primavera, Verona-Sampdoria 4-4. Rimonta e controrimonta

VERONA– Vantaggio di Sulemana, pareggio di Montevago e poi Doria ancora avanti con il gol di Pierobon. Sepe fa 2-2 e Bonfanti 2-3. Nella ripresa ribaltone Hellas con Pierobon e Caia. Pari definitivo di Di Stefano. VeronaSampdoria 4-4.

La partita

Prima occasione per il Verona. Pierobon serve Caia al centro dell’area di rigore, il suo tiro deviato sfiora il palo alla destra di Saio. Al 15′ Verona in vantaggio. Pasticcio della difesa blucerchiata, Sulemana recupera palla a ridosso dell’area di rigore, scambia con Caia e infila il pallone alle spalle di Saio. Tre minuti dopo arriva il pari della Sampdoria, Sepe conclude da fuori area, grande parata di Kivila, sulla ribattuta tap-in di testa vincente di Montevago. Al 25′ tornano avanti i gialloblù: filtrante dalle retrovie per Bosilj, per Pierobon che con il destro buca Saio per il gol del 2-1. La Doria non molla e pareggia al 36′. Sul retropassaggio sbagliato da Bosilj ci arriva Di Stefano, il capitano serve Montevago, che a sua volta serve Sepe che non sbaglia trovando la rete del 2-2. Nell’unico minuto di recupero arriva anche il vantaggio per la Samp. Sugli sviluppi di un corner, Bonfanti mette in rete il gol del 2-3. Si chiude così un pirotecnico primo tempo.

Secondo tempo

Pareggia subito il Verona. Pierobon riceve un filtrante alto dalle retrovie e supera Saio con un pallonetto, 3-3. Neanche il tempo di esultare che al 52′ c’è un calcio di rigore per il Verona, causato da Somma atterra in area di rigore Florio. Dal dischetto va Caia che non sbaglia e porta avanti i suoi, 4-3. Gialloblù che falliscono una doppia chance con Bosilji, così la Samp perviene al pari al 71′ grazie ad un super gol dalla distanza di Di Stefano. 4-4.

Precedente Italia in ansia per Ivan Vavassori: è sparito in Ucraina il calciatore-soldato Successivo Schweinsteiger folgorato da Ibrahimovic: "Ha tenuto aperta la corsa scudetto"

Lascia un commento