Primavera, la Roma espugna Bergamo: 4-1 all’Atalanta. Empoli-Juve 2-5

ROMA – La Roma di Federico Guidi reagisce bene dopo la sconfitta casalinga contro il Bologna e nel turno infrasettimanale odierno espugna il campo dell’Atalanta (4-1), grazie alle reti di Volpato, Satriano, Pisilli e Cassano. Tre punti che ridanno ossigeno e forza ai giallorossi in vista dei prossimi impegni, terzo ko in altrettante gare invece per gli orobici, che nel prossimo turno saranno ospiti della Juve. Proprio i bianconeri di Brambilla, tornano da Empoli con un netto (5-2) per effetto delle reti di Nonge, Mancini, Turco (doppietta) e Yldiz. Bianconeri che salgono a 7 punti, toscani alla seconda sconfitta di fila in tre gare.

Atalanta-Roma 1-4

La prima mezz’ora passa senza particolari occasioni da ambo le parti, poi al 32′ la Roma va vicina al vantaggio. Volpato infatti, servito molto bene da Tahirovic, sfiora la rete con una conclusione mancina che termina a lato sulla destra. L’Atalanta risponde al 38′ con un bel colpo di tacco di Fisic che supera Baldi, attraversa tutto lo specchio della porta e viene allontanato da un difensore. Al 40′ ancora Roma: Volpato serve Cherubini che di prima scarica un destro potente e preciso che si stampa sulla traversa. Prove al gol giallorosso che arriva allo scadere (45′) con Volpato che da fermo, col sinistro, fulmina l’estremo ospite sotto l’incrocio dei pali. La prima frazione termina con i giallorossi avanti di una rete. Nella ripresa dopo 10′ la Roma raddoppia: Satriano servito molto bene da Missori, batte Bertini sul primo palo. Dopo un minuto, l’Atalanta accorcia con De Nipoti che approfitta di una disattenzione difensiva e supera l’estremo giallorosso Baldi. La gara si accende e dopo due minuti la Roma trova di nuovo la rete: questa volta è Pisilli a marcare il cartellino per il 3-1. Al 39′ ecco il poker giallorosso: Louakima servito lungo la fascia destra all’altezza del lato corto dell’area di rigore, suggerisce per Cassano, che di prima intenzione col destro fa centro.

Empoli-Juve 2-5

L’Empoli passa al 13′. Kazmarski recupera palla, si porta al limite dell’area e spara un gran destro a mezza altezza dalla distanza che brucia un non perfetto Daffara. Passa pochissimo e la Juve la pareggia. E’ il 19′ quando Nonge sulla linea di fondo, grazie anche ad una deviazione sfortunata di Ignacchiti spiazza Fantoni e fa 1-1. Al 23′ la Juve raddoppia: Mbangula colpisce il palo con uno scavetto, Mancini è il più lesto di tutti e spinge la palla in rete. Gol all’esordio per l’ex Vicenza classe 2004. La prima frazione termina con i bianconeri avanti 2-1. Nel secondo tempo dopo 7′ la Juve fa tris con il solito Turco che batte l’estremo empolese con un sinistro potente e preciso sotto la traversa. Proprio quest’ultimo al 18′ fa poker superando il portiere con un pallonetto. Al 22′ l’Empoli perde l’ennesima palla della partita e la Juve riparte e colpisce con Yldiz, che non da scampo a Fantoni con un angolatissimo rasoterra. Il gol della bandiera empolese arriva in pieno recupero e lo sigla di testa Seck.


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Allarme Nazionale: in A spariti i gol italiani, il miglior bomber è Bernardeschi (in Canada) Successivo Serie B, il punto sulle trattative di oggi

Lascia un commento