Pogba, Tencone: "Il ginocchio c’entra ancora. Per ripartire, niente vacanze"

TORINO – Professor Fabrizio Tencone – direttore di Isokinetic Torino ed ex medico e responsabile del settore medico della Juventus tra il 1995 e il 2016 – ci aiuta innanzitutto ad interpretare la diagnosi? Gli accertamenti effettuati da Paul Pogba hanno evidenziato una “lesione di basso grado del retto femorale della coscia sinistra”.

«Quello di Pogba è un problema al quadricipite, cioè alla parte anteriore della coscia. Un infortunio di basso grado, dunque di primo grado, solitamente ha dei tempi di recupero di 3-4 settimane».

Quindi, stagione finita.

«Sì, stagione finita. In 15 giorni anche la lesione più semplice non può guarire senza rischi. Potremmo rivedere il giocatore in campo, potenzialmente, ma sarebbe un azzardo oltretutto dopo una stagione così travagliata come quella vissuta dal centrocampista francese».

Su questo Paul Pogba una lesione al retto femorale ha effetti e tempistiche diverse rispetto ad un giocatore che non sia reduce da un lungo stop?

«Non essendo interessata la gamba con il ginocchio operato, direi che l’infortunio non dovrebbe essere più grave o rappresentare una ulteriore complicanza. Al limite – considerando il modo di correre, di allungare di Pogba – la prognosi avrebbe potuto essere più lunga in caso di lesione dei muscoli posteriori, ma invece questo tipo di infortunio dovrebbe guarire nei tempi previsti».

Pogba si infortuna dopo 20 minuti e lascia il campo piangendo

Guarda la gallery

Pogba si infortuna dopo 20 minuti e lascia il campo piangendo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Corsa Champions, gli scenari: il quarto posto può anche non valere Successivo Inter e Inzaghi, stagione positiva a prescindere. Ma ha ragione Acerbi: dipende tutto da oggi

Lascia un commento