Olanda-Repubblica Ceca 0-2: De Ligt espulso, Schick segna ancora e vola ai quarti

La Repubblica Ceca continua a stupire ed elimina l’Olanda, strafavorita sulla carta in questo ottavo di finale. Davanti a quasi 61 mila spettatori, nella Puskas Arena, l’unica che permette il 100 % della capienza, Schick e compagni vincono meritatamente 2-0. Dopo un primo tempo equilibrato e con poche emozioni, tutto cambia nella ripresa. De Ligt si fa espellere (con il Var) per un fallo di mano al limite dell’area nel tentativo di fermare Schick lanciato a rete. È lo sliding doors del match. La Repubblica Ceca prende fiducia e in superiorità numerica affossa l’Olanda con i gol di Holes e il solito Schick. Ai quarti affronterà la Danimarca, altra sorpresa del torneo.

De Boer avanti con il 3-5-2

Saluta Euro 2020 una delle big, l’Olanda. De Boer è stato criticato per non aver adottato il tradizionale 4-3-3: qualche tifoso ha anche affittato un aereo per sorvolare il campo d’allenamento con un messaggio per l’allenatore, ma non è servito a niente. Il ct è andato avanti per la sua strada e ha confermato il suo 3-5-2, con De Ligt e De Vrij in difesa. A centrocampo con la Repubblica Ceca c’è l’atlantino De Roon, in attacco Depay con Malen. La netta superiorità sulla carta dell’Olanda, in campo non si vede. All’8’ è pericoloso De Ligt di testa, ma da buona posizione cerca la sponda invece che la conclusione a rete. Comunque c’era probabilmente una posizione di fuorigioco. Il difensore della Juve è ancora protagonista al 38’ con un bel salvataggio in scivolata su Barak. Grande equilibrio e poche emozioni nel primo tempo.

De Ligt, fallo di mano: espulso

Nella ripresa la partita si mette male per l’Olanda. Dopo una colossale occasione da gol fallita da Malen, è De Ligt a mettere i suoi compagni nei guai. In un contrasto con Schick al limite dell’area ferma la palla volontariamente con la mano: l’arbitro all’inizio lo ammonisce, ma poi cambia la valutazione con il Var ed estrae il cartellino rosso perché era una chiara occasione da rete. Così l’Olanda al 54’ si ritrova in 10. Al 64′ Dumfries ci mette il piede per salvare la sua squadra dal piazzato a botta sicura di Kaderabek. Pochi minuti dopo però, Stekelenburg con una leggerezza regala un calcio d’angolo alla Danimarca. Errore fatale, perché poi di testa Holes sfrutta un’altra indecisione di Stekelenburg e sblocca il risultato. L’Olanda si butta in avanti, ma all’80’ Schick la punisce in contropiede, segnando il suo quarto gol in questo Europeo. L’ex attaccante della Roma è stato protagonista anche oggi: prima ha causato l’espulsione di De Ligt, poi ha segnato il gol che ha chiuso il match. La Repubblica Ceca continua il suo sogno.

Precedente Gosens: "A Wembley tifosi contro la Germania? Stimolo in più" Successivo DIRETTA SETTECOLLI 2021/ Video streaming Rai: bene l'Italia nell'ultima giornata

Lascia un commento