Napoli: cedere subito Manolas e Ounas per dare l’assalto a Youssouf

Serve far cassa il prima possibile per poi puntare su un profilo alla Bakayoko: piace Youssouf del Saint Etienne

Il tempo stringe e il mercato del Napoli potrebbe animarsi nelle ultime ore. Il club sta provando a cedere Manolas e Ounas per fare cassa e reinvestire su un centrocampista, il cui acquisto resta l’unica priorità. Dopo aver inseguito per mesi un esterno sinistro, Cristiano Giuntoli ha lasciato perdere, le condizioni che offre il mercato non sono compatibili con le esigenze del club e, allora, d’accordo con Spalletti, il d.s. ha deciso di aspettare il completo recupero di Faouzi Ghoulam, che dovrebbe essere disponibile nel giro di un mese.

CENTROCAMPO

—  

Dunque, si andrà dritti sul centrocampista, non uno qualunque, ma che abbia le caratteristiche richieste, e cioé, forte fisicamente, alla Bakayoko, per intenderci. In cima alla lista del direttore sportivo ci sono un paio di nomi, nessuna novità di rilievo, comunque. Si tratta di Zaydou Youssouf, 22 anni, mediano del Saint Etienne, Sander Berge, dello Sheffield United, e Amrabat della Fiorentina, sul quale, però, c’è anche l’Atalanta, decisa più che mai a chiudere con i viola. Youssouf sarebbe il profilo ideale, impostato fisicamente (è alto 182 centimetri), se la sa sbrigare sia nella fase d’interdizione sia in quella d’impostazione. Giuntoli ha già parlato con il club francese, al quale ha proposto un prestito oneroso, rimandando poi la questione riscatto al prossimo anno. Ma i francesi non ci stanno e hanno rilanciato chiedendo l’obbligo di riscatto. E su questa pretesa il discorso s’è interrotto, ma non del tutto, perché Giuntoli ritornerà alla carica non appena riuscirà a piazzare uno tra Manolas o Ounas.

POCHI GIORNI

—  

Tutto ruota, comunque, intorno alle cessioni, senza le quali nulla si potrà fare in entrata. Ci sono ancora pochi giorni a disposizione e in sede sperano che l’Olympiacos si decida ad alzare l’offerta per Manolas, almeno fino a 15 milioni e ai dirigenti greci verrebbe garantita la possibilità di un pagamento dilazionato. Lo stesso vale per il Marsiglia, che vuole Ounas, ma non è intenzionata a spendere i 14 milioni chiesti da Aurelio De Laurentiis. Per l’attaccante algerino, il Marsiglia è pronto a spendere fino a 8 milioni, non un euro in più. La necessità di capitalizzare per ingaggiare un centrocampista potrebbe spingere il presidente del Napoli a rivedere la propria posizione, magari inserendo nell’operazione qualche bonus legato alle prestazioni e alle presenze che riuscirà a contare il calciatore in stagione.

Precedente Roma, Villar o Diawara via. Lo spagnolo sbotta: "Dicono sia una pippa" Successivo "Il ricorso per Osimhen ha buone possibilità di essere accolto"

Lascia un commento