"Messi, sono Murtaza, salvami dai talebani": l'appello del bimbo afghano

Il bambino afghano Murtaza Ahmadi commosse il mondo nel 2016 con la foto che lo ritraeva a soli 5 anni con un sacchetto di plastica trasformato nella maglietta dell’Argentina numero “10” di Messi. Il campione gli regalò prima una divisa con autografo e dedica personalizzata e, successivamente, lo accolse in campo in occasione di una amichevole del Barcellona. Oggi Murtaza torna a chiedere aiuto al suo idolo.

Il piccolo Murtaza adesso corre con la vera maglia di Messi

Guarda la gallery

Il piccolo Murtaza adesso corre con la vera maglia di Messi

Il disperato appello di Murtaza a Messi

In cinque anni sono cambiate molte cose, sia per Messi che per il bambino afghano. Il primo non è più al Barcellona e almeno nel Psg non indossa la sua numero “10”; il secondo sta vivendo ore da incubo a Kabul e ha lanciato un appello disperato alla Pulce: “Sono intrappolato in casa e non posso uscire perché ho molta paura dei talebani. Ti prego, salvami da questa situazione. Voglio giocare a calcio e farlo in pace. A volte di notte sogno che stanno arrivando i talebani, bussano alla porta e mi urlano contro”.

Il piccolo fan afgano Murtaza realizza il sogno: che incontro con Messi!

Guarda il video

Il piccolo fan afgano Murtaza realizza il sogno: che incontro con Messi!

Precedente Manchester United, febbre Ronaldo: i prezzi dei biglietti fino a 3000 euro! Successivo Lobotka: "Spalletti mi dà fiducia, non come Gattuso..."

Lascia un commento