Mbappé al Liverpool? Si può… Grazie a LeBron James

Diritti Tv, sponsor tecnici, cartelloni a bordo campo, pubblicità e chi più ne ha, ne metta.  Nel calcio 2.0 il fatturato ha un ruolo fondamentale nella crescita del club.  Le idee, per quanto geniali, non bastano se non sono sostenute da assegni a 10 o 11 cifre. Senza, non si arriva ai top player. Il Liverpool, tuttavia, non ha di questi problemi. Oltre agli sponsor tecnici, ci sono… gli amici. E Mbappé lo porta… LeBron James.

SPONSOR – Che il Liverpool sia interessato a ritoccare la rosa non è un mistero. E tra i nomi più accostati ai Reds c’è quello di Kylian Mabppé che al netto delle rassicurazioni provenienti dalla capitale francese non è affatto certo di restare al PSG. Il campione del mondo francese sarebbe il sogno di qualsiasi squadra ma senza liquidità e in un periodo caratterizzato dalle ristrettezze economiche, rimarrà un sogno per molti top club. Il Liverpool però potrebbe arrivarci grazie alla Nike, sponsor tecnico già da un anno per i Reds. Al momento, il brand americano versa al club inglese 30 milioni l’anno ma gli accordi potrebbero cambiare a breve. Secondo il Liverpool Echo, la quota potrebbe salire fino a 75 milioni di sterline l’anno.

SHENZHEN, CHINA – OCTOBER 12: LeBron James #23 of the Los Angeles Lakers reacts during the match against the Brooklyn Nets during a preseason game as part of 2019 NBA Global Games China at Shenzhen Universiade Center on October 12, 2019 in Shenzhen, Guangdong, China. (Photo by Zhong Zhi/Getty Images)

LEBRON –  Cifre importanti, ma che non bastano a coprire la spesa. Tuttavia anche in Francia la pandemia ha impattato enormemente sui conti: e con tanti club sembrano sulla strada del ridimensionamento anche le grandi stelle del PSG  potrebbero pensare a un addio verso campionati più competitivi. E qui subentra LeBron James. Il campione del basket è insieme a Mbappé il maggior testimonial della Jordan, marchio Nike. Nonché proprietario di una piccola quota azionaria del Liverpool acquistata nel 2011 per 4,7 milioni di sterline. I due continuano a lavorare a braccetto nelle campagne pubblicitarie e la Nike potrebbe agevolare il prosieguo di questa bella intesa anche ad Anfield. Del resto l’investimento porterebbe vantaggi anche al cestista.

<!–

–> <!–

–>

Precedente Napoli-Atalanta 0-0, il tabellino Successivo Caos Marsiglia: Villas-Boas sospeso. Si scalda Benitez, ma occhio a Sarri

Lascia un commento