Lucarelli: “Napoli, a Granada troppo difficile con la rosa dimezzata”

NAPOLIDe Laurentiis ce l’ha con me per il Bari? Non mi ha chiamato ma visto il grande rapporto di stima che c’era sono convinto che alla lunga una chiamata me la farà”. A Radio Marte è intervenuto Cristiano Lucarelli, allenatore della Ternana: GranadaNapoli? Guardo il Napoli sempre, sia per affetto che per il fatto che da sempre spunti tattici negli ultimi anni. Ogni tre giorni con pochi giocatori? Avrei grossi problemi. Sarebbe già difficile con la rosa al completo, tra spostamenti e allenamenti che non sono davvero di preparazione alla gara successiva. Figuriamoci con la rosa dimezzata. Osimhen? Ci sono reazioni di pancia dopo ogni sconfitta. Il contesto del Napoli non lo esalta? Probabilmente la verità sta nel mezzo. Sicuramente l’atteggiamento del Granada con tutti gli uomini dietro la linea della palla ha influito. Le squadre italiane poi in Europa e in Spagna hanno sempre fatto fatica, anche quando il nostro era il campionato più forte del mondo. Il Granada era schierato 4-5-1 e per caratteristiche il Napoli non ha un centrocampo come quello degli anni passati che trovava il passaggio quando l’avversario serrava le linee. Magari gli spagnoli non volevano scoprire la profondità. Ternana? Quest’anno il nostro girone sembra davvero una Serie B anticipata con Modena, Bari, Catania e tante altre squadre che hanno fatto bene anche in Serie A”.

Precedente Benevento, Inzaghi: "Roma e Lazio giocano il miglior calcio d'Italia" Successivo L'Inter sbarca su Clubhouse e lancia una room speciale per la notte pre-derby

Lascia un commento