L’ex arbitro Gavillucci: “Sospesi Samp-Napoli per cori razzisti. Ma la pagai cara…”

Le parole dure espresse dall’ex arbitro dopo essersi ritrovato in fondo alle graduatorie arbitrali e non aver più potuto dirigere un incontro

Il razzismo è un argomento purtroppo ricorrente nella vita di tutti i giorni ed episodi se ne verificano anche sui campi da calcio. Una battaglia che va condotta con estrema durezza per cercare di eliminare questo elemento che negli ultimi tempi sta sfuggendo di mano. Sull’argomento è intervenuto l’ex arbitro di Serie AClaudio Gavillucci, che nel corso della sua carriera decise di interrompere la partita tra Sampdoria e Napoli per via di alcuni cori a sfondo razzista che i tifosi rivolgevano ai giocatori.

L’arbitro al termine di quella stagione si ritrovò ultimo tra le graduatorie di Serie A e quindi costretto a non arbitrare più alcun match. Questo è stato uno dei motivi che lo ha spinto a scrivere un libro su un tema a lui molto caro. Nella giornata odierna Claudio Gavillucci è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss esprimendo tutti i suoi dubbi.

Precedente Marotta dice tutto: Conte, Eriksen, il Covid, i rinnovi, la seconda stella e... Successivo DIRETTA/ Baskonia Milano (risultato finale 64-78) streaming: Fontecchio 16 punti

Lascia un commento