Lazio, dopo Gila può arrivare Gutierrez dal Real: è lui l’alternativa a Emerson

Il terzino spagnolo rappresenta un’opzione a costi mantenuti (rispetto all’italo-brasiliano) e di grande prospettiva per il futuro

Un’idea tira l’altra. Preso Mario Gila dal Real Madrid (giocava con la seconda squadra), la Lazio ora pensa di risolvere il problema legato al terzino sinistro (non ne ha uno di ruolo in rosa) pescando ancora una volta dalla Castilla delle Merengues. Si tratta di Miguel Gutierrez, spagnolo classe 2001. Il Real lo valuta fra i 6 e gli 8 milioni di euro, ma sono pronti a darlo in prestito con diritto di riscatto (ma con controriscatto a proprio favore). La Lazio ci pensa.

la situazione

—  

In realtà il primo obiettivo dei biancocelesti per quel ruolo è Emerson Palmieri, nome espressamente fatto da Sarri e che potrebbe arrivare in prestito dal Chelsea. Il problema con il terzino dei blues è rappresentato dall’ingaggio del giocatore, più alto rispetto a quello che potrebbe garantirgli la Lazio. Per questo in società valutano le alternative, compreso Gutierrez appunto. Il giocatore è stato notato proprio mentre si analizzava il profilo di Gila: recentemente è stato operato al menisco, ma sta già svolgendo il precampionato insieme ai compagni. Con la prima squadra del Real, Gutierrez ha collezionato negli anni dieci presenze, di cui nove in campionato e una in Champions League, per un totale di 641 minuti. Nel 2020 ha vinto la Youth League con il Real da assoluto protagonista, segnando ai quarti di finale (contro l’Inter), in semifinale (contro il Salisburgo) e in finale (contro il Benfica), mentre nel 2019 ha trionfato con la nazionale spagnola U19 negli Europei di categoria, giocando però una sola partita. Con la Lazio troverebbe maggiore spazio che faciliterebbe la sua crescita. Un’operazione che pur essendo nata quasi casualmente, mentre si osservava Gila, potrebbe andare in porto nei prossimi giorni. D’altronde spesso un’idea tira l’altra.

Precedente Napoli, Mertens sarà cittadino onorario: l'annuncio del sindaco Successivo Alla scoperta di Sarr, il predestinato che piace al Milan

Lascia un commento