Juve-Venezia, Arthur torna tra i convocati: Miretti verso la prima da titolare

Dopo la goleada del Napoli sul Sassuolo la Juventus ha di fatto un solo risultato nella sfida della 34a giornata contro il Venezia per restare in corsa per il terzo posto, alla luce del calendario ben più impegnativo che attende i bianconeri rispetto alla squadra di Spalletti nelle ultime tre partite.

Juve-Venezia: Allegri per blindare la Champions, debutto di fuoco per Soncin

Max Allegri però guarda all’obiettivo minimo, ovvero la qualificazione alla Champions League, per il quale alla Juve mancano solo quattro punti, complici i passi falsi in serie compiuti da Roma, Lazio e Fiorentina. L’occasione di raggiungere virtualmente il traguardo è fornita dall’impegno casalingo contro l’ultima della classe, quel Venezia reduce da otto sconfitte consecutive in questo campionato e da nove negli scontri diretti con la stessa Juve a Torino, dove i lagunari non giocano dall’agosto 2001, oltre che dal cambio di allenatore con il debuttante Andrea Soncin al posto di Paolo Zanetti.

Allegri: "Se potessi rigiocherei la Champions..."

Guarda il video

Allegri: “Se potessi rigiocherei la Champions…”

I convocati di Allegri: si rivede Arthur

Dopo la sessione di allenamento mattutina e la conferenza stampa Allegri ha diramato la lista dei convocati. Nessuna sorpresa con Cuadrado e De Sciglio ancora nella lista degli indisponibili e Arthur recuperato dopo la distorsione alla caviglia, ma destinato a partire dalla panchina. Questo l’elenco dei giocatori che saranno a disposizione di Allegri per la partita contro il Venezia: Perin, Pinsoglio, Szczesny; Alex Sandro, Bonucci, Chiellini, Danilo, De Ligt, Pellegrini, Rugani; Arthur, Bernardeschi, Miretti, Rabiot, Zakaria; Aké, Dybala, Kean, Morata, Vlahovic.

Morata, baci e shopping con Alice in via Monte Napoleone

Guarda la gallery

Morata, baci e shopping con Alice in via Monte Napoleone

Juve-Venezia, Allegri e la tentazione Miretti

Sul fronte formazione proprio per le precarie condizioni di Arthur e l’assenza di Cuadrado Allegri dovrebbe puntare sul 4-3-3 invece che sul 4-2-3-1, in modo da tenersi un paio di alternative offensive per la panchina, ovvero Bernardeschi e Kean. Possibile, quindi, oltre alla presenza di Dybala nel tridente con Dusan Vlahovic, di nuovo titolare dopo la panchina contro il Sassuolo, e Morata il debutto in Serie A da titolare di Fabio Miretti: il classe 2003 ha finora disputato solo due spezzoni di partita in campionato e dovrebbe completare il centrocampo con Zakaria e Rabiot.

Precedente La dedica di Zaccagni e l'annuncio di Chiara Nasti: presto genitori Successivo Ligue 1, il Rennes affonda il St Etienne e vede la Champions

Lascia un commento