Juve in azzurro: luci ed ombre dopo il test con la R. Ceca. Anche di chi juventino potrebbe diventarlo…

Come stanno Chiellini, Bonucci, Chiesa e Bernardeschi a 5 giorni dal via dell’Europeo. Con un occhio particolare anche su…

Dei quattro moschettieri juventini in azzurro, due soli sono scesi in campo da titolari nell’ultimo test per Europeo, quello di venerdì sera contro la Repubblica Ceca, terminato 4-0 per l’Italia: Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini. Federico Chiesa è entrato nel finale, Federico Bernardeschi non si è mosso dalla panchina, in quella che è stata considerata la prova generale della “prima” dell’Italia a Euro 2021, in programma venerdì alle 21 all’Olimpico di Roma, contro la Turchia di Merih Demiral.

i 4 moschettieri

—  

I due juventini si sono distinti per precisione e concentrazione, atteggiamento non scontato vista la differenza in campo fra le due Nazionali: il 6,5 che la Gazzetta ha dato a Bonucci ne sottolinea la prova di affidabilità offerta, con tanto di capacità di rapida ripresa quando in uno scontro con un avversario si è procurato una leggera distorsione a un ginocchio che ha fatto temere per il prosieguo della sua gara. E invece dopo qualche minuto si è ripigliato e ha concluso il match. In ottica-Juve, è prevedibile che Allegri farà pieno affidamento su di lui. Discorso analogo per Chiellini, che verrà forse impiegato con minor continuità nella prossima stagione (il suo rinnovo appare ormai scontato). Contro la Repubblica Ceca ha meritato un 7: è stato una garanzia ed ha affrontato la gara con impeto né da 36enne né da test pre torneo. Chiesa nonostante il poco tempo in campo, ha fatto vedere impegno e ripartenze. Salvo invece deludere Mancini nel test contro l’Under 20 azzurra, in cui il c.t. ha impiegato gli azzurri non titolari nell’amichevole contro la Repubblica Ceca. Mancini, a Chiesa come ad altri azzurri, ha chiesto più intensità, prima di rimescolare le carte a metà del primo tempo, in un turnover comunque previsto.

Juventini potenziali

—  

E gli altri potenziali juventini post Europeo? I nomi al momento gettonati sono tre: Gigio Donnarumma, che però piace assai anche al Psg ed altre big europee, ha vissuto una gara poco sfidante per lui, e si è distinto più per l’uso dei piedi che delle mani, Alessandro Florenzi, per il quale la Roma potrebbe chiedere 10 milioni (e il suo attuale ingaggio si aggira intorno ai 3 milioni), ha confermato di essere un punto fermo della Nazionale anche per carattere e mestiere, infine Manuel Locatelli, che piace in tutto salvo che nel costo (il Sassuolo vorrebbe 40 milioni), ha mostrato in azzurro buone coperture e ripartenze veloci, meritando un 6,5 nella pagella Gazzetta.

Precedente Szczesny e il futuro incerto: "Nessun contatto con Juve o altri club..." Successivo DIRETTA/ Italia Corea del sud (risultato 1-0) streaming tv: 2^ set!

Lascia un commento