Juve, ecco i segreti del nuovo acquisto Alcaraz

Prima cosa: il soprannome! Charly, con la y finale. A questo punto diventa indispensabile perché il nuovo acquisto della Juventus è perfettamente omonimo del tennista (si chiamano entrambi Carlos Alcaraz) e il rischio di fare confusione è altissimo. Eppure i due non c’entrano ovviamente nulla, anche se sono quasi coetanei. Il tennista, 20 anni, è spagnolo, mentre il centrocampista ventunenne che la Juventus ha acquistato dal Southampton è argentino di La Plata. Iniziamo dal ruolo. Alcaraz è molto duttile, anche se la posizione nella quale sembra rendere meglio è quella di mezzala, con spiccate propensioni offensive. Inserirsi negli spazi, soprattutto quelli in area, gli riesce bene, ma pur non essendo altissimo (1.82), ha un impatto fisico non indifferente e una gamba che si potrebbe definire “alla Rabiot”. Amante della giocata verticale e risolutiva, dotato di eccellente tecnica, controllo di palla in velocita? e pure di un calcio potente: Alcaraz, in emergenza, ha fatto anche la prima punta così come il regista. Insomma è un talento da plasmare. E un temperamento caliente: due espulsioni in carriera, entrambe nate da litigi con la tifoseria avversaria…

Carriera e formula del trasferimento

Ha iniziato la sua carriera nel Racing Club di Avelaneda (che gli argentini chiamano la “Academia”) e si è fatto notare già a diciannove anni, quando con una doppietta in meno di mezzora contro l’Aldosivi di La Plata ha centrato le semifinali di Copa de la Liga. E proprio in quell’occasione si era guadagnato una pagina di Tuttosport, che raccontava come la tifoseria del Racing, la Guardia Imperial, lo ha subito eletto a idolo come in passato accadde per Diego Milito e Lautaro Martinez. Da lì la crescita, l’acquisto da parte del Southampton per 14 milioni, la prima buona stagione in Premier coincisa, però, con quella sfortunata del suo club, retrocesso in Championship. La formula è quella del prestito: tre milioni lordi tra prestito, bonus eventuali e ingaggio. Il diritto di riscatto è fissato a 35 milioni, cifra alta, ma trattabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Italfutsal sconfitta dal Marocco in gara-1. "Non meritavamo di perdere" Successivo Cremonese, rinforzo in difesa: arriva Luca Marrone dal Lecco

Lascia un commento