Juve, Agnelli: “Sarri? Con lui un anno di me**a”

TORINO – Uno scudetto non è bastato alla dirigenza della Juve per tenere Maurizio Sarri. Per il tecnico invece, quel tricolore ha rappresentato la chiusura di un cerchio fatto di sacrifici, campi di provincia e qualche delusione. Questione di punti di vista. E le parole di Andrea Agnelli, presidente bianconero, arrivano direttamente dalla docu-serie firmata Amazon Prime Video sulla Juve dal titolo “All or nothing”. Parole rivolte soprattutto a Sarri dette nel discorso allo spogliatoio all’inizio della stagione 2020-2021 con Pirlo in panchina. Si inaugurava un nuovo corso: “Sono 10 anni che sono presidente della Juve. Se guardo l’anno scorso, al di là dei risultati sportivi, ve lo dico dal cuore, è stato un anno di merda. Qualcuno anche qui dentro non ha dato tutto quello che doveva. Se penso a tutti gli sforzi che hanno fatto le donne e gli uomini della Juventus. Noi siamo 800, si va in campo in 800, si vince e si perde in 800. Siamo un gruppo che deve andare unito sempre nella stessa direzione. Abbiamo fatto una scelta in cui credo tantissimo che è quella di Pirlo, ora sta nel gruppo seguirlo sempre e comunque quotidianamente. Sarà un anno difficile, io torno con l’entusiasmo di una volta. Chiunque cercherà di toccare anche uno solo di voi, prima passerà sul mio corpo. Al resto pensateci voi”.

Precedente Romagnoli annulla Suarez: dietro le quinte del rinnovo col Milan e la richiesta di Raiola Successivo Globe Soccer 2021, gli Awards si tingono di azzurro: tutti i candidati

Lascia un commento