Italiano: “Ho ritrovato la mia Fiorentina. Piatek e Ikoné ci daranno una grande mano”

Il tecnico viola: “La soddisfazione è aver ritrovato lo spirito che sembrava essere stato perso a Torino. Ma sono arrabbiato per il modo in cui abbiamo incassato il 2-2 di Petagna”

Vincenzo Italiano è contento per la reazione della squadra dopo la pesante sconfitta di Torino, per la qualificazione in Coppa Italia, ma non nasconde anche qualche motivo di insoddisfazione.

squadra ritrovata

—  

“La mia soddisfazione più grande – ha detto Italiano nella sala stampa dello stadio Maradona – è avere ritrovato lo spirito che sembrava essere stato perso a Torino. Sono contento per la reazione della squadra, soprattutto nel primo tempo, quando è stata partita vera in parità numerica. Come spesso capita, però, abbiamo avuto due minuti di follia. Sono contento di aver superato il turno, ma soprattutto di avere ritrovato la mia squadra”. Non è mancato qualche motivo di arrabbiatura, “per il gol del 2-2 di Petagna preso in quel modo, eravamo in pieno dominio e loro in nove, potevamo evitare una situazione del genere. Dragowski? Ha sbagliato, capirà dagli errori. Qualsiasi allenatore non riesce a stare sereno dopo una partita così, dove accade di tutto e gli errori sono grossolani. Nei prossimi giorni bisogna analizzare cosa non va”.

bravo piatek

—  

Elogi anche per il nuovo arrivato Piatek. “E’ entrato quando dovevamo difendere e si è sacrificato. Poi con il vantaggio numerico alla prima palla ha fatto gol. E’ esperto di queste situazioni. Sono contento anche per come è entrato Ikoné, smaliziato nell’uno contro uno. Sono entrambi innesti di qualità che sono convinto ci daranno una grossa mano”.

Precedente Il Napoli crolla, la Fiorentina va ai quarti. Ma a tenere banco è sempre il futuro di Vlahovic Successivo Il tabellone e le prossime date degli ottavi. Fiorentina-Atalanta ai quarti

Lascia un commento