Inter, Inzaghi: “Dimarco? Il rigorista non era lui…”

MILANO – “È stata una partita molto emozionante, rimane l’amaro in bocca per quel secondo tempo e le occasioni avute, avremmo meritato qualcosa in più, senza togliere niente all’Atalanta”. Inizia così l’analisi del 2-2 dell’Inter contro l’Atalanta Inzaghi, soddisfatto della prestazione ma amareggiato per il pareggio finale e le occasioni sprecate. “Ci siamo disuniti dopo il rigore sbagliato, ma per il resto si è vista un’ottima Inter contro una squadra molto forte. I ragazzi devono continuare così, vedere chi è entrato giocare così è un piacere perché il secondo tempo è stato fatto ad altissimo livello. Sono entrati bene Vecino, Sanchez e Dumfries, non dimentico però D’Ambrosio e Gagliardini che hanno avuto dei problemi ma stanno tornando. Abbiamo bisogno di tutti”, ha aggiunto il tecnico nerazzurro a Dazn.

Inter-Atalanta 2-2

Inzaghi: “Dimarco? Decisione mia”

“Perché Dimarco per il rigore? La decisione è stata mia, stamattina hanno provato Calhanoglu e Lautaro che non erano in campo, avevo Perisic e Dimarco, che mi sembrava più fresco. Mi dispiace perché l’avrebbe meritato dopo un grande inizio di stagione. Barella? È da un paio di anni che gioca a questi livelli, non mi ha meravigliato, mi aspettavo un centrocampista moderno e completo che però deve continuare a migliorare”, ha concluso Inzaghi.

Precedente Primavera, Atalanta-Milan 2-0. Vincono Juve e Empoli Successivo Sarri: "Questo derby mi intriga. Siamo vivi, sento troppa negatività..."

Lascia un commento