Inter, Digitalbits sponsor a rischio: via dalle maglie Woman

INVIATO AD APPIANO – I contatti tra gli avvocati sono quotidiani e l’obiettivo è risolvere la vicenda in tempi brevi, ma la grana DigitalBits agita parecchio il club di Zhang che era convinto di aver trovato uno sponsor di maglia importante e che invece rischia di dover ricominciare la ricerca da capo. Per giunta a stagione iniziata. Un vero e proprio incubo per i dirigenti di viale della Liberazione: grazie a un accordo firmato e depositato da mesi, avevano completato alla grande la loro missione, ulteriormente impreziosita dal rinnovo fino al 2030 con la Nike (raddoppiando la cifra, da 12 a 24 milioni più bonus). Poi è arrivata la doccia fredda DigitalBits.

Inter e Digitalbits al lavoro per trovare soluzione ai mancati pagamenti

Guarda il video

Inter e Digitalbits al lavoro per trovare soluzione ai mancati pagamenti

No maglia delle donne

La conferma che una “riappacificazione” tra l’Inter e DigitalBits è lontana arriva dal fatto che, per il momento, la squadra femminile non avrà sulla maglia il marchio del gruppo Zytara. DigitalBits, lo ricordiamo, è già scomparso dai cartelloni pubblicitari presenti alla Pinetina, quando la squadra si allena, da quelli a Cesena in occasione della sfida contro il Lione e dai banner del sito Inter.it. DigitalBits è insolvente ovvero non ha saldato alcune rate dei pagamenti concordati. Nelle scorse settimane nel quartier generale di Porta Nuova avevano evitato gli allarmismi, ma adesso, pur trincerandosi dietro un rigido “no comment”, hanno capito che la situazione è seria. È costante la ricerca di una soluzione per evitare una causa giudiziaria, ma è chiaro che se i bonifici sul conto corrente nerazzurro non saranno riattivati, è alto il rischio che prima o poi il marchio DigitalBits scompaia pure dalla maglia della prima squadra maschile. E a quel punto sarebbe ufficiale la ricerca di un nuovo main sponsor, per questa e per le prossime stagioni. Perlustrazioni informali, a dire la verità, sono già in corso, ma prima, in un modo o nell’altro, va risolta la situazione attuale che non impatterà sul bilancio 2021-22, ma sul prossimo. Dal 2022-23 al 2024-25 DigitalBits si era impegnata, nel settembre 2021, a pagare rispettivamente 23, 27 e 30 milioni più bonus a stagione. Per l’Inter, se evaporassero definitivamente, sarebbe un bel danno.

Inter, gradoni alla Zeman. Poi partitella con festa dei vincitori

Guarda la gallery

Inter, gradoni alla Zeman. Poi partitella con festa dei vincitori

Test con la Pergolettese

Ieri alla Pinetina doppia seduta con partitelle e squadre vincitrici immortalate in foto postate sui social. C’era pure Sanchez che su Instagram ha sottolineato: «Sono sempre stato professionale e vincente nella mia carriera, i campioni sono così». Inzaghi ha tutti a disposizione. Oggi pomeriggio allenamento congiunto contro la Pergolettese (Serie C): i nerazzurri che giocheranno un tempo a testa anche perché sabato c’è ultima amichevole ufficiale, a Pescara contro il Villarreal, dove sarà provata la squadra che giocherà a Lecce, al debutto in campionato sabato 13.

Pescara quasi sold out

E a proposito del test all’Adriatico, venduti 17.000 dei 19.000 biglietti disponibili: il sold out è un passo. La nuova Inter di Inzaghi, con Lukaku nel motore, piace alla gente. Soprattutto adesso che è tornato pure Skriniar

Precedente Ecco De Ketelaere: Milan, febbre a 90 Successivo Calciomercato Serie C, Triestina: ufficiale Lombardi dalla Lazio

Lascia un commento