Il Sassuolo tiene il passo della Juve. Lazio, Morace esonerata

Le neroverdi battono la Lazio e fanno 5 su 5. La sconfitta costa la panchina all’ex azzurra. Bene il Milan, cade l’Inter

Il Sassuolo tiene il passo. Dopo la quinta vittoria di fila della Juventus di ieri a Roma, ecco la quinta della squadra di Piovani, che batte la Lazio (e questo 3-0 costa la panchina a Carolina Morace, esonerata) e resta a punteggio pieno. Riscatto Milan a Napoli, mentre nell’altro incrocio tra una campana e una milanese, l’Inter decimata ha perso 2-0 sul campo di un Pomigliano al primo successo in Serie A.

NAPOLI-MILAN 0-1

—  

Il Milan cancella la sconfitta di una settimana fa con il Sassuolo vincendo a Cercola sul campo di un Napoli che avrebbe avuto l’occasione per sbloccare il risultato: l’ex interista Goldoni, però, ha calciato un rigore sulla traversa. Così a decidere la partita è stato un gol della danese Thrige Andersen, brava a ribadire in rete una corta respinta di Aguirre su tiro da fuori di Adami. Ha sbagliato un rigore anche il Milan con Giacinti, che con il Napoli nel 2012-13 aveva segnato i suoi primi 17 gol in Serie A: dopo il fallo di Garnier su Grimshaw, però, l’attaccante della Nazionale si è fatta ipnotizzare da Aguirre, brava anche sul tentativo di tap in di Bergamaschi. Poco dopo, il Milan è rimasto in dieci per l’espulsione di Codina, ma nella ripresa è andato comunque vicino al 2-0 con Bergamaschi. Nel finale, proteste per un contatto in area rossonera tra la stessa Bergamaschi ed Erzen.

SASSUOLO-LAZIO 3-0

—  

Il Sassuolo tiene il passo della Juventus, grazie al successo sulla Lazio che resta l’unica squadra ancora a zero punti e peggior difesa con 20 gol incassati in cinque partite. Dopo una grande parata di Ohrstrom su Dongus, è stata Tomaselli a sbloccare il risultato su assist di tacco di Dubcova. Nella ripresa, le emiliane di Piovani hanno avuto diverse occasioni per raddoppiare (su tutte, la traversa di Clelland), riuscendo a chiudere la partita soltanto all’85’ con il secondo gol consecutivo di Dongus dopo quello al Milan, su assist su punizione di Parisi. Nel finale, anche il tris di Cantore.

POMIGLIANO-INTER 2-0

—  

Prima vittoria per il Pomigliano, prima sconfitta per un’Inter presentatasi al Gobbato con sole 16 giocatrici a disposizione, dopo che la gara della scorsa settimana contro la Roma era stata rinviata per diversi casi di positività al Covid nello spogliatoio nerazzurro. Eppure, la squadra di Rita Guarino aveva avuto diverse occasioni per andare in vantaggio: su tutte, la traversa di Marinelli dopo una grande giocata di Portales. Nella ripresa, invece, le campane – che avevano già cambiato allenatore, con Panico al posto di Manuela Tesse – hanno trovato i due gol della vittoria, dopo che ne era stato annullato uno a Salvatori Rinaldi (stessa cosa era successa a Marinelli nel primo tempo): il primo lo ha segnato Banusic – che lo scorso anno aveva già colpito l’Inter con la maglia della Roma -, il secondo l’argentina Ippolito, in prestito dalla Juventus.

Precedente Diretta/ Cremona Fortitudo Bologna (risultato finale 90-75): Aquila ancora ko Successivo Pioli: "Scudetto? Cavalchiamo l'entusiasmo. Kessie è un titolarissimo"

Lascia un commento