Il rinnovo – Bonus? Ecco perché l’intesa arriverà: senza CR7, c’è il vero Dybala

Non è solo forma, è anche sostanza. Non è questione meramente economica, semmai pure di convinzione nei propri mezzi e nel progetto Juve. E tutto questo – in concreto – è confermato dal fatto che l’orami annosa questione Dybala – dopo le sbandierate dichiarazioni d’amore tra le parti – sia giunta all’ultimo tratto di strada: il nodo bonus.
Tutti d’accordo, ormai, sugli 8 milioni di euro di ingaggio – base – d’un contratto quinquennale. Può sembrare già così una cifra enorme, ma attenzione: svincolandosi a giugno Dybala potrebbe tutto sommato facilmente ottenere di più da club che ne rileverebbero gratuitamente il cartellino.

Resta da definire, tuttavia, una parte di emolumenti variabile legata alle prestazioni del giocatore: presenze, gol, assist. Negli ultimi incontri è venuta fuori la perfetta sintesi tra le filosofie di Arrivabene (basta a certi stipendi a meno di giocatori che portino davvero risultati con continuità) e le convinzioni di Dybala (poter dimostrare di essere un trascinatore per la Juventus quasi, sottolinenado quasi, come il suo amico Del Piero). La sintesi perfetta è la formula Bayern: meglio fai e meglio ti pago, se poi ti confermi per due anni di fila allora quelli che prima erano bonus diventano quota fissa, sino al termine del contratto. Ora, vien da sé che i numeri oltre che riservati siano ancora in fase di discussione, ma per farsi un’idea: un tetto massimo di prestazione potrebbe essere quota 40 tra gol e assist, scendendo poi in maniera progressiva

Vien da sé che previa due stagioni consecutive a certi livelli Dybala dimostrerebbe, eccome, di stare nel posto giusto al momento giusto. E di contro la Juventus di aver fatto bene a mettere la Joya al centro del progetto. C’è un dato che non può essere marginale. Con l’arrivo di Ronaldo, Dybala ha peggiorato il suo rendimento (unica eccezione, una parte della annata sotto la gestione Sarri): nei tre anni dal 2018 al 2021 presenze calate e media gol più che dimezzata: da 23 a 11 reti stagionali. Dybala – che peraltro in estate ha svolto un lavoro specifico sul fisico – è ora convinto di potersi attestare sulle medie della sua stagione record: 26 gol e 7 assist nel 2017-18- Posto, ovviamente, che anche la Juventus ricominci a giocare da vera Juventus.

Tuttosport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci Buoni Amazon!

Precedente Barcellona, Koeman a rischio esonero: Xavi in pole, poi Martinez Successivo Napoli, Spalletti a punteggio pieno dopo 5 gare. Solo due precedenti, ma senza scudetto

Lascia un commento