Il Mou privato: casa in centro, la figlia imprenditrice, il figlio futuro allenatore

Lo Special One vorrebbe un grande appartamento ma prima deve capire la logistica degli spostamenti. La 25enne Matilde ha creato un marchio di gioielli, il 21enne “Zuca” vuole seguire le orme del padre. La moglie sempre defilata

A Roma, negli anni, giocatori e allenatori, mai arrivati, per le solite voci di corridoio avevano preso case più o meno grandi in quartieri più o meno distanti da Trigoria. Ovviamente l’arrivo, questo sì ufficiale, di José Mourinho non fa eccezione. Già ieri si parlava di eventuali abitazioni scelte dal portoghese, di hotel a cinque stelle pronti ad ospitarlo, di ville più o meno vicine al mare. La realtà è che Mou ha qualche idea: di base gli piacerebbe abitare in centro, in un grande appartamento, ma deve ancora prendere contatto con la realtà romana e capire tutto, dalle distanze al traffico fino alle zone che gli piacerebbe scoprire di più. Di certo, non vedono l’ora di seguirlo a Roma i suoi figli che al momento si dividono tra Londra e il Portogallo e così continueranno a fare, anche se si vedranno spesso in Italia.

i due figli

—  

La figlia Matilde, 25 anni il prossimo novembre, ieri ha pubblicato una foto dell’interno del Colosseo, mettendo anche qualche cuore social a chi esultava sul suo profilo per l’arrivo del papà. La ragazza è un’imprenditrice con le idee molto chiare: laureata con un master al Condé Nast College of Fashion & Design ad agosto, un anno fa ha creato il suo marchio di gioielli “Matilde Sustainable Jewellery”, società con sede a Londra.

Il marchio si definisce sostenibile perché utilizza solo oro riciclato e diamanti coltivati in laboratorio, imballaggi ecologici e processi trasparenti. Di tutt’altro tipo la vita del fratello minore José junior, per tutti “Zuca”. Ventuno anni, dopo aver giocato a calcio a livello giovanile come portiere ora sogna di diventare allenatore come il padre. “In lui rivedo me stesso”, ha detto Mou più di qualche volta. E chissà che l’esperienza italiana non possa essere utile anche per il ragazzo, che ai tempi dell’Inter era ancora un bambino.

la moglie e i gossip

—  

La moglie Matilde, infine, come sempre lo seguirà stando defilata. Nata in Angola, sua compagna dal 1989, grande amante della costiera amalfitana e in particolare di Capri, è rimasta accanto al tecnico portoghese nonostante le voci e i gossip che negli anni si sono sempre rincorsi. Soprattutto i tabloid ci sono andati a nozze, tra crisi e presunte scappatelle, ma lei ha messo la famiglia prima di tutto. E Mou, che in passato si è scagliato contro i giornalisti che parlavano, e sparlavano della sua vita privata, oggi ringrazia, con cuori social e continui like. L’ultimo tre giorni fa, quando la figlia le ha fatto gli auguri per la festa della mamma.

Precedente Verratti contro l’arbitro Kuipers dopo Manchester City-Psg: “Mi ha detto fanculo, a me avrebbero dato 10 giornate” Successivo Maledetti toscani: dalla Fiorentina a Spalletti un anno da comparse

Lascia un commento