Il Benevento e Ranocchia-Lapadula, Inzaghi: “L’arbitro ha detto di aver sbagliato”

L’allenatore giallorosso, dopo la sconfitta con l’Inter: “Loro straordinari. Il contatto all’11’? Forse non sarebbe cambiato nulla, ma Pasqua ha ammesso il suo errore”

Chissà se l’inerzia del match sarebbe cambiata o se la partita sarebbe finita diversamente. Non lo sapremo mai e poco importa. Ma restano le parole di Inzaghi a fine partita: “Era una sfida complicata e si è messa subito male: l’intervento su Lapadula non avrebbe cambiato niente, ma lì c’era un giallo o un rigore. L’arbitro ha detto alla fine che ha sbagliato: abbiamo preso gol al primo tiro, poi è diventato difficile”. E ancora: “Avrei voluto perderla in un altro modo, il 2-0 ci ha tagliato le gambe: poi è dura rincorrere l’Inter “.

L’EPISODIO

—  

Inter-Benevento, minuto 11′, risultato sull’1-0: il Benevento protesta per un presunto rigore in seguito ad un contatto dubbio fra Ranocchia e Lapadula lanciato in area, con l’attaccante – che era davanti – caduto a terra al limite dei sedici metri. Il contatto c’è, il Var mostra che inizia fuori dall’area di Handanovic, ma nell’occasione il direttore di gara ha lasciato giocare senza punire il fallo neanche con un calcio di punizione.

Precedente Inter-Benevento, le pagelle: Barella ad alti ritmi, 7. Improta non tiene mai Hakimi: 4,5 Successivo Inter, Stellini parla per Conte: "Bene Eriksen, contenti di Sanchez"

Lascia un commento