Ibra: “Non ho mai sofferto così tanto. Ma ora ho un nuovo ginocchio e un altro trofeo”

Zlatan racconta il suo calvario: “Negli ultimi sei mesi ho giocato senza il crociato, mi sono allenato in gruppo solo dieci volte, ho fatto più di venti iniezioni, ho dormito a malapena per il dolore. Ma volevo rendere campioni compagni e allenatore perché ho fatto loro una promessa”

Dodici righe di post – su Instagram – per raccontare il suo stato d’animo dopo il nuovo intervento chirurgico e il calvario passato negli ultimi mesi. E’ per certi versi quasi uno sfogo quello di Zlatan Ibrahimovic che racconta le grandi difficoltà affrontate da quando il ginocchio sinistro ha ripreso a dargli problemi. Uno sfogo che però si trasforma presto in un grido di battaglia.

Dolore e mancanza di sonno

—  

Queste le sue parole: “Negli ultimi sei mesi ho giocato senza il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Il ginocchio era gonfio da sei mesi. Ho potuto allenarmi con la squadra solo dieci volte negli ultimi sei mesi. Ho effettuato più di venti iniezioni in sei mesi. Ho svuotato il ginocchio una volta alla settimana per sei mesi.

Antidolorifici ogni giorno per sei mesi. Ho dormito a malapena a causa del dolore per sei mesi. Non ho mai sofferto così tanto dentro e fuori dal campo. Ho reso possibile qualcosa di impossibile. Nella mia mente avevo un solo obiettivo, rendere i miei compagni di squadra e allenatore campioni d’Italia perché ho fatto loro una promessa. Oggi ho un nuovo legamento crociato anteriore e un altro trofeo”. Difficile aggiungere ulteriori commenti.

Precedente eFootball 2022 regala 100.000 GP e festeggia la Roma Successivo Il day after della Roma è una grande festa: corteo, cori e un grande colpo nel mirino

Lascia un commento