Gravina sull’inizio della stagione: “Caldo? In Brasile si giocò con 50 gradi”

Il numero uno della FIGC fa chiarezza dopo i rumors sui dubbi sull’inizio del campionato il 13 agosto.

A margine della cerimonia per il premio Oreste Granillo, il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha parlato dei rumors che volevano qualche dubbio sull’inizio della Serie A il 13 agosto a causa del forte caldo. Il numero uno della Federcalcio ha chiarito come ci sia un calendario da rispettare e ha preso come esempio un match del passato per far capire come “the show must go on”…

IN CAMPO – “Gli altri anni abbiamo iniziato il 20 agosto. In fondo si tratta soltanto di una settimana di anticipo. Ricordo che nel 1994 negli Usa disputammo la finale dei mondiali contro il Brasile il 17 luglio a Pasadena. C’erano 50 gradi esi giocò regolarmente. Il calcio è il calcio”, ha detto Gravina. “Gli atleti sono atleti e sono dunque preparati ad affrontare le condizioni più estreme. Non ci possono essere discussioni su questo. Non abbiamo deciso noi quando avviare e finire il campionato. Ci sono delle date e vanno rispettate”, le sue parole riportate dall’ANSA.

Precedente Botheim, ecco i gol per la Salernitana. Però la concorrenza è tanta... Successivo United-Ronaldo alla resa dei conti: chi vincerà il braccio di ferro?

Lascia un commento