Gosens lavora ancora a parte, ma Inzaghi non è preoccupato

Nella seduta mattutina del martedì il tedesco dell’Inter ha svolto ancora un lavoro individuale: non c’è bisogno di rischiare o forzare in questa fase della preparazione

Nulla ha a che fare con i seri problemi fisici sofferti durante la scorsa stagione, ma Robin Gosens continua a lavorare a parte ad Appiano Gentile. Anche nella seduta mattutina odierna, che sarà seguita da quella del tardo pomeriggio, il tedesco dell’Inter è infatti rimasto separato dal resto del gruppo dopo le fatiche dell’amichevole con il Monaco. Lo staff ha infatti valutato che per l’ex Atalanta è meglio abbassare il carico di lavoro e in questa fase della preparazione precampionato l’obiettivo è ovviamente quello di arrivare al 13 agosto pronto per l’esordio di Lecce, ognuno seguendo i propri tempi e ascoltando il proprio corpo.

Senza ansie

—  

I tifosi nerazzurri non hanno quindi motivo di preoccuparsi, dato che si tratta di decisioni frequentissime nei ritiri di inizio stagione. Gosens è una pedina fondamentale nella squadra di Simone Inzaghi e forzare il fisico in questo momento non avrebbe alcun senso. Allo stesso modo, un po’ di stanchezza e di sovraccarico è comprensibile – oltre che fisiologico -nelle prime uscite amichevoli come quella contro il Monaco, che Robin ha disputato fino all’intervallo anche per la coscia indolenzita. Appena avrà smaltito il fastidio, il tedesco sarà reintegrato al gruppo, pronto a galoppare sulla fascia sinistra come ha sempre saputo fare.

Precedente Lo stadio dell'Atletico Madrid cambia ufficialmente nome: si chiamerà 'Civitas Metropolitano' Successivo Europeo donne, Inghilterra-Spagna: la storia favorisce le Leonesse

Lascia un commento