Fiorentina-Roma e quel Pruzzo in direzione ostinata e contraria

Il 30 giugno 1989, a Perugia, va in scena lo spareggio per accedere alla Coppa Uefa: il Bomber, all’ultima partita della carriera, compie un’impresa che rifugge i sentimentalismi

Questa storia non è soltanto il ricordo di una partita di tanti anni fa, ma un autentico inno alla gioia, all’allegria, alla bellezza dell’esultanza. Già, perché troppo spesso, nell’ultimo periodo, siamo stati travolti dall’ipocrisia di chi segna contro una ex squadra e, per rispetto (così dice…), non alza nemmeno le braccia al cielo.

Precedente FINALE Venezia-Bologna 4-3: decide il gol di Johnsen al 93'. Veneti ancora in corsa per la salvezza Successivo Juve-Inter, i destini incrociati di Inzaghi e Allegri 

Lascia un commento