Fabregas incorona Thiago Motta: “Il Bologna fa cose che il Barcellona…”

Fabregas e il possibile approdo al Barcellona

E sulla possibile di vedere lo stesso Fabregas sulla panchina del Barcellona, l’ex centrocampista ha chiosato: “Alla fine è una cosa che non si può sapere. Penso che prima devo crescere, fare dei passi avanti. Ecco perché sono felice di essere dove sono, perché non ho una pressione molto alta. Il calcio cambia, la le dinamiche cambiano e conta il lavoro che fai giorno dopo giorno. L’addio di Xavi non mi ha sorpreso, sono nel calcio da molti anni e ho visto di tutto. Conosco Xavi come persona e giocatore, ma non come allenatore. È una persona molto positiva, felice, vuole sempre il meglio, vincere. Crede sempre in quello che fa. Credevo che il Barça avesse bisogno di una persona così. Con lui sono cresciuti tanti giovani; il momento non è facile ma il Barça è uno dei tre club più grandi del mondo e la pressione è alta”.

Fabregas e la sfida tra Napoli e Barcellona

Un pensiero è andato anche alla sfida di Champions League tra Napoli e Barcellona, in programma il prossimo 21 febbraio al Maradona: Il Barça è un po’ più forte e per me è favorito, anche se Il Napoli è capace di fare grandi partite e ha buoni giocatori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Roma, riecco i cross: li ha riportati Angeliño Successivo Lazio, un piano per Zaccagni. E si rivede anche Patric

Lascia un commento