Da Wembley ad Highbury: ecco che fine hanno fatto i vecchi templi del calcio

No all’abbattimento di San Siro per costruire il nuovo stadio. Questo il senso di una raccolta di firme partita a Milano e che vede tra i firmatari anche l’ex presidente nerazzurro Massimo Moratti. Piuttosto che radere al suolo il vecchio impianto, che dovrà anche ospitare la cerimonia di apertura di Milano-Cortina 2026, la richiesta è quella di renderlo più moderno e adeguato agli standard degli stadi del nuovo millennio. Dunque, che fine farà il Meazza? Difficile a dirsi, perchè molti templi del calcio, una volta che vengono…abbandonati dal pallone, trovano una seconda vita…

Precedente Torna Abete, è il nuovo commissario della Lnd: "Ripristinerò la democrazia" Successivo DIRETTA/ Brindisi Darussafaka (risultato finale 82-73) video Rai: scatto pugliese!

Lascia un commento