Da Gabigol a Gerson, da Denilson a Kerlon: profeti in patria, flop in Europa

In Brasile è di nuovo protagonista Gabigol. Un calciatore che in Europa, tra Inter e Benfica, è stato solo…Gabi. Di gol, infatti, se ne sono visti davvero pochi, uno solo con la maglia nerazzurra, poi il vuoto. E pensare che in Brasile Gabriel Barbosa era considerato ai livelli di Gabriel Jesus. In effetti in patria il ragazzo è tornato davvero fenomenale, trascinando due anni fa il Flamengo alla vittoria in Copa Libertadores e ritrovando una confidenza con il gol che sembrava assolutamente smarrita in Italia. E adesso lo chiamano di nuovo dall’Europa. Ma occhio, perchè questo punto è lecito pensare che l’ex attaccante dell’Inter appartenga al novero dei brasiliani… allergici all’Europa. Calciatori che per rendere al massimo devono rimanere dalla parte occidentale dell’Atlantico. Come è accaduto a tanti altri suoi connazionali, arrivati nel Vecchio Continente convinti di spaccare il mondo, ma che al di fuori del Brasile hanno lasciato a desiderare, per una ragione o  per l’altra.

Precedente Bologna travolgente, tris al Sassuolo: Sinisa ritrova la vittoria Successivo TMW - Sorpresa Vanderson: niente Udinese o Brentford. Va al Monaco per 11 milioni più bonus

Lascia un commento