Congiura o errore? Il fischio che nel 1986 stroncò il sogno mondiale dell’armata di Lobanovski

L’epico 4-3 del Belgio sulla Russia fermò la corsa della macchina perfetta del colonnello: intrigo internazionale o semplice clamoroso abbaglio? Certo quella squadra era una meraviglia

La domanda è legittima, gli appassionati di calcio se la pongono da trentacinque anni e ora che il cartellone dell’Europeo mette di fronte il Belgio e la Russia, che della vecchia Unione Sovietica è la costola più importante, torna di attualità. Dove sarebbe arrivata, al Mondiale del 1986, quella magnifica macchina del calcio che era l’URSS del colonnello Lobanovski, se sulla sua strada non avesse incontrato la miopia di un arbitro svedese di nome Fredriksson, tra l’altro al tempo uno dei più stimati direttori di gara?

Precedente Liveblog - L'Italia si stringe anche sul web: per l'inno tutti come Bonolis o Lauro Successivo De Zerbi: "Vi racconto 'i miei' tre azzurri Locatelli, Berardi e Raspadori"

Lascia un commento