Chi si rivede: cosa ci fa Pjanic alla Continassa? “Una visita di cortesia…”

Il ritorno “a casa” del bosniaco per salutare gli amici nella pausa delle nazionali: dalla voglia di vestire di nuovo il bianconero al trasferimento saltato solo all’ultimo giorno di mercato fino al forte legame mai nascosto con l’ambiente Juve

La pausa per gli impegni delle nazionali è anche un buon momento per tornare laddove si è stati bene. Miralem Pjanic del suo legame con la Juve non ne ha mai fatto segreto, anzi la scorsa estate ha sperato fino all’ultimo un ritorno a Torino. Il centrocampista bosniaco si è presentato in tarda mattinata alla Continassa, dove Max Allegri e alcuni dei suoi ex compagni di squadra lavorano in vista della ripresa.

CONTINASSA

—  

Solo una visita informale, da ex amico, un po’ come quella di Sami Khedira in occasione del match di Champions con il Chelsea. Gli ultimi contatti tra Pjanic e il mondo bianconero risalgono all’ultimo giorno del mercato estivo, uno scambio in chat con un gruppo di tifosi. “Torni alla Juve?”, la sua risposta: “Vorrei ma non so se si fa”. Non si fece, e dunque si trasferì poco dopo in prestito dal Barcellona al Besiktas, in Turchia. Ma non per questo il suo legame con la Vecchia Signora si è deteriorato. E alla Continassa, in fin dei conti, per lui è sempre un ritorno a casa.

Precedente Ospina-Meret, l'alternanza continua. Spalletti: "Ho due portieri fortissimi, valuterò" Successivo Sampdoria, recuperato anche Ihattaren

Lascia un commento