Calciomercato, si comincia: da Emerson-Napoli a Zaccagni, tutti gli affari più caldi

Se gennaio è stato storicamente il mercato delle opportunità, quest’anno bisognerà superarsi: servono idee, scambi e prestiti, magari biennali, per provare a spostare valori tecnici senza movimentare il cash. Un occhio alle esigenze tecniche, l’altro a quelle di bilancio. Con la Figc che chiede ai club, quando non saranno in linea con l’indice di liquidità, almeno di chiudere la sessione di gennaio con un disavanzo entro i 2,5 milioni di euro. Appena un anno fa la Juve anticipava il colpo Kulusevski e l’Inter comprava Eriksen dal Tottenham: cosa accadrà da qui all’1 febbraio?

Affari chiusi

L’Atalanta deve solo depositare il contratto di Joakim Maehle (23), laterale destro preso dal Genk per 10 milioni. Tuttavia da oggi, in base all’operazione chiusa in estate, Amed Diallo (18) è ufficialmente un giocatore dello United: trattenerlo in prestito a Bergamo sarà complicato. Il Cagliari ratificherà l’ingaggio (temporaneo) di Radja Nainggolan (32) dall’Inter, mentre lo Spezia annuncerà il prestito con diritto di Riccardo Saponara (29) dalla Fiorentina. La Juventus ha praticamente chiuso per Nicolò Rovella (19) del Genoa che resterà per sei mesi da Ballardini, coi rossoblù che incasseranno 9-10 milioni più il prestito di Manolo Portanova (20). Il Genoa in difesa si rafforza con Denis Vavro (24) della Lazio (diritto di riscatto fissato a 15 milioni).

Tutti su Zaccagni 

Non è solo per il gol in rovesciata da figurina: Mattia Zaccagni (25) del Verona è l’oggetto del desiderio delle big italiane. C’è una trattativa del Napoli, ma piace anche al Milan che mette sul piatto 12 milioni con la possibilità di lasciarlo in prestito a Verona sino a giugno. Le pretendenti rischiano di moltiplicarsi. Il club di De Laurentiis deve cedere Arkadiusz Milik (26): se partirà uno tra Kevin Malcuit (29) o Faouzi Ghoulam (29), si andrebbe su Emerson Palmieri (26) del Chelsea.

A caccia di idee

Al Parma servono rinforzi davanti e in mezzo al campo. Piacciono Simone Verdi (28) del Torino e Jacopo Petriccione (25) del Crotone. Occhio però alle partenze, da Gervinho (33) a Roberto Inglese (29), sul quale c’è forte il Bologna. Anche il Cagliari cerca un giocatore per reparto, un po’ come il Crotone. La Lazio sonda il mercato degli esterni sinistri, mentre si osservano i difensori centrali.

Intrecci

La Roma vuole un attaccante: più Stephan El Shaarawy (28) che punta al ritorno in Italia dallo Shanghai Shenhua che Bernard (28) dell’Everton. Il ds Tiago Pinto ha messo gli occhi su Gonzalo Montiel (24) laterale basso del River Plate, prima però c’è da sfoltire la rosa. Su Graziano Pellè (35) ex Shandong ci sono i fari della Juventus che guarda con interesse anche a Leonardo Pavoletti (32) del Cagliari, Memphis Depay (26) del Lione, con Fernando Llorente (34) destinato a restare a Napoli fino alla scadenza (giugno). La Samp, davanti, si tiene aperta la strada che porta a Ernesto Torregrossa (28) del Brescia, ma occhio a Patrick Cutrone (23) che lascerà la Fiorentina, corteggiato anche dal Benevento che si muove pure su Andrea Pinamonti (21) dell’Inter. Gaston Ramirez (30) è in partenza e il Torino è alla finestra. Il Verona ritrova Daniel Bessa (27), ma c’è da capire cosa accadrà di Marco Benassi (26) arrivato in estate dalla Fiorentina in prestito ma infortunato da inizio stagione.

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna del Corriere dello Sport 

La Juve punta sulla linea verde: da Chiesa a Rovella, quanti colpi per il futuro!

Guarda la gallery

La Juve punta sulla linea verde: da Chiesa a Rovella, quanti colpi per il futuro!

Precedente Juve-Udinese, le pagelle: bene Ramsey falso 9. Solito Danilo Successivo Pennellata Leao: gol, talento e distrazioni: Rafa l'artista adesso aspetta Ronaldo

Lascia un commento