Bologna, Mihajlovic è l’allenatore del mese… e festeggia tornando ad allenare sul campo

Il tecnico è tornato a Casteldebole 37 giorni dopo il ricovero. L’idea che domenica possa essere in panchina al “Penzo” di Venezia si fa sempre più forte

Un’ora in campo, in tuta e con la cuffia in testa, più in piedi che seduto, seguendo i suoi ragazzi di persona. Finalmente. E accennando anche una corsetta, che non fa mai male. Sinisa Mihajlovic è tornato a Casteldebole 37 giorni dopo il ricovero e, assieme al proprio staff, ha seguito tutto l’allenamento del suo Bologna.

Corsetta e premio

—  

Sinisa era arrivato alla 9 circa al Centro Tecnico “Noccoló Galli” e si era intrattenuto subito con tutti: sorrisi e battute dentro a una normalità ritrovata. Poi, con anche l’ad Fenucci e il ds Riccardo Bigon vicini, ha parlato alla squadra, ringraziandola per quanto fatto in sua assenza e chiedendo che adesso venga mantenuto lo stesso approccio, quello che – con lui da remoto – ha portato il Bologna a fare 10 punti nelle ultime 6 gare e per di più contro Milan, Juve, Inter e Roma. E mentre in campo chiacchierava e a un certo punto si è messo appunto a corricchiare brevemente, chiacchierando poi con lo staff, Arnautovic e vari altri giocatori nei tempi fuori delle partitelle miste, ecco che fuori dal campo è arrivata l’incoronazione di “coach” del mese per la Lega calcio. Tutto sta tornando nella normalità e l’idea che domenica Mihajlovic possa essere in panchina al “Penzo” di Venezia si fa sempre più forte.

Allenatore del mese

—  

La Lega Serie A ha annunciato che il premio Coach Of The Month per il mese di aprile verrà assegnato proprio a Mihajlovic. L’a.d. Luigi De Siervo ha dichiarato: “Il premio a Mihajlovic è la celebrazione non solo degli importanti risultati sul campo, ma anche della coesione, del lavoro quotidiano, dell’unità di intenti di un gruppo, quello rossoblu, che nel mese di aprile è rimasto imbattuto, pareggiando con Juventus e Milan e vincendo contro l’Inter”. E ancora: “Mihajlovic ha saputo plasmare uno staff tecnico in assoluta sintonia con il suo pensiero ed è stato in grado di trasferire il suo spirito ai suoi collaboratori e ai giocatori. Il Bologna visto in questo mese ha mostrato la determinazione, l’intensità e l’agonismo che da sempre caratterizzano Sinisa Mihajlovic”. Il tecnico del Bologna riceverà il trofeo nel prepartita della gara del Dall’Ara contro il Sassuolo, in programma domenica 15 maggio. Il premio è stato assegnato da una giuria composta da direttori di testate giornalistiche sportive che hanno valutato i singoli allenatori in base a criteri tecnico sportivi e di qualità di gioco espresso dalle squadre, oltre che di comportamento/fair play tenuto in campo.

Precedente Nicola: "Salernitana, ora viene il difficile" Successivo Genoa, Policano: "Salvezza complicata, reset sul mercato in caso di B"

Lascia un commento