Allegri e il futuro Juve: “Non avevo dubbi. Se vinci sei un bravo ragazzo…”

Allegri sulle 500 panchine in Serie A e Tudor

Domani festeggia le 500 partite in Serie A. Ci fa un bilancio?

“Vedo la voglia, la passione e l’amore che ho per questo sport. Sto diventando diversamente giovane e sono contento di quello che ho fatto, ma allo stesso tempo ho tanta voglia di divertirmi ancora e stare sui campi. Ora l’importante è pensare a domani e questi 55 giorni che devono essere uno stimolo per noi”.

Chi giocherà insieme a Kean? Che Lazio si aspetta?

“Una squadra che cambia allenatore ha grandi stimoli. Proveranno a tornare alla vittoria, ma noi proveremo a controbattere e bisognerà giocare molto bene tecnicamente. Chiesa e Yildiz stanno bene e poi con il rientro di Vlahovic e speriamo Milik abbiamo un parco attaccanti che dovrà portarci tanti gol”.

Tudor rappresenta uno stimolo in più?

“Tudor ha fatto molto bene a Marsiglia e Verona. Non so se due settimane bastano o no. È quasi impossibile spiegare il calcio. Dobbiamo aspettarci una Lazio molto offensiva proprio per il cambio di allenatore. Poi ha giocatori di grande qualità”.

Cambia molto arrivare secondi o terzi?

“Il nostro obiettivo è ottenere il massimo. Noi dobbiamo fare il massimo per invertire il girone di ritorno che abbiamo fatto. Bisogna essere realisti, prenderne atto. Ci sono 27 punti a disposizione e dobbiamo farne il più possibile“.

Le hanno fatto piacere le parole di Scanavino?

“Le parole di Scanavino mi hanno fatto piacere perchè rappresenta la società. Nel calcio è così: se vinci sei un bravo ragazzo se non vinci… Contano i risultati, ne abbiamo fatti di meno. I ragazzi sono stati bravi a farli nel girone d’andata, nel girone di ritorno non stiamo facendo bene. Il calcio ti dà sempre la possibilità di rovesciare il momento negativo. Quello che è tutto nero oggi può essere bianco domani. Lavoriamo per invertire il trend. Abbiamo un obiettivo troppo importante da raggiungere. Abbiamo il Mondiale per Club, dobbiamo giocare la Champions. È uno stimolo talmente importante che quest’obiettivo non deve sfuggire“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Pioli tra Astori e Barone prima di Fiorentina-Milan: il ricordo da brividi Successivo Lazio smart con i video di Tudor: ecco il nuovo metodo di allenamento specifico

Lascia un commento