Trionfo delle azzurre del volley al “Nations League” di Ankara. Fantastica Paola Egonu. Ora sotto con i Mondiali (23 settembre-15 ottobre 2022)

Trionfo azzurro nella bolgia di Ankara. La Pallavolo femminile ha vinto il torneo “Nations League”. Vittoria limpida (3-0) su un Brasile indiavolato. Vittoria inseguita dopo oltre 20 anni di partecipazioni e da cinque anni le azzurre non salivano sul podio . Stavolta hanno messo in fila 16 Nazionali partecipanti ad una manifestazione iniziata a maggio e conclusa in Turchia in una domenica notte che sarà impossibile dimenticare.

Numeri impressionanti. Brave e talentuose

In questo torneo l’Italia ha perso solo 2 incontri su 15. Ma con tutte le titolari il bottino è stato sempre pieno: 11 vittorie in 11 gare. Un gruppo magnifico ritrovato dopo una Olimpiade infruttuosa. Con un volley di qualità . Punta di diamante Paola Egonu, schiacciatrice mondiale; le sue “fucilate “ sono proverbiali ; la più veloce delle “bombe” è stata calcolata in 112,7 km/h. Imprendibile. E Paola ha ricevuto un doppio premio personale: Mvp e miglior bomber.

All’Italia del c.t. Davide Mazzanti, marchigiano di Fano, è andato il premio di 1 milione di euro. Al settimo cielo il Commissario azzurro: ”Questa finale ha coronato un percorso. Questo gruppo vive di sfide e per questo sono molto felice”.

Cinque premi su otto sono stati assegnati alle azzurre. Detto della Egonu ( 2 premi) sono state premiate: Alessia Orru (migliore regista), Monica De Gennaro (migliore libero), Caterina Bosetti (schiacciatrice-ricevitrice). A ciascuna 10 mila euro. Alla Egonu 40 mila.

Ora sotto con i Mondiali

La Nazionale femminile di volley vuole ripetersi ai Mondiali che si disputeranno dal 23 settembre al 15 ottobre 2022 in tre località dei Paesi Bassi: Apeldoorn, Arnhem e Rotterdam. Alla rassegna iridata parteciperanno 24 Nazionali suddivise in 4 gironi. I sorteggi non sono ancora stati fatti. La squadra detentrice è la Serbia (terza ad Ankara). L’Italia ha vinto il Mondiale una sola volta (2014).

Precedente Torino, Singo: "Mi sento bene fisicamente. Juric? Mi ha chiesto almeno cinque gol" Successivo Sanchez e Skriniar: Inter prigioniera. Le prossime mosse nerazzurre

Lascia un commento