Torino-Apollon Limassol 1-0: Sanabria decide il match

SEEKIRCHEN AM WALLERSEE (Austria) – Per il Torino di Ivan Juric quello contro l’Apollon Limassol è l’ultimo match amichevole prima della conclusione del ritiro estivo in Austria. A Seekirchen am Wallersee l’allenatore croato decide di stravolgere ampiamente l’undici di partenza. Davanti a Berisha ecco il terzetto difensivo composto da Izzo, Adopo e Nguessan. Sulla fascia destra il nuovo arrivato dal Catanzaro, Bayeye, con Antolini dalla parte opposta, mentre al centro con Segre c’è Verdi. Edera ed il sorprendente Horvath alle spalle di Zaza. I primi minuti del match vedono un maggior possesso palla dell’Apollon che al 12′ trovano la prima occasione da gol con Pittas, ma il suo tiro al volo viene deviato in angolo. Con il passare dei minuti il Torino prova ad aumentare i giri del motore e a costruire azioni offensive. Al 25′ bella punizione di Verdi ma il portiere Jovanovic compie una grande parata. Si chiude un primo tempo avaro di occasioni ed emozioni. Nella ripresa chance per Zaza su cross di Bayeye (53′), ma il suo colpo di testa finisce alto sopra la traversa. Al 60′ Juric fa partire la girandola dei cambi: dentro Singo, Djidji, Sanabria, Lukic, Linetty, Zima, Rodriguez, Aina, Ricci e Seck. Con i nuovi ingressi il Toro acquista più pericolosità offensiva e intensità (Sanabria uno dei più attivi). Proprio l’attaccante paraguaiano porta in vantaggio i suoi all’84’: perfetta punizione battuda Rodriguez che trova lo stacco di testa vincente di Sanabria. Il test contro i ciprioti finisce così. Meglio il Torino nei secondi quarantacinque minuti con l’ingresso in campo dei “big”. 

Il programma delle amichevoli estive: tutte le date e gli orari

Guarda la gallery

Il programma delle amichevoli estive: tutte le date e gli orari

Cairo: “Vi spiego perchè Belotti non trova squadra e su Lukic…”

Guarda il video

Cairo: “Vi spiego perchè Belotti non trova squadra e su Lukic…”

Precedente Serie C, Imolese: Mauro Antonioli è il nuovo allenatore Successivo La Juventus torna su FIFA, ma non è la fine per il Piemonte Calcio

Lascia un commento